Latina, al Palazzo della Cultura la storia di Stile Libero, la collana Einaudi

301

La storia e la fortuna della collana Stile Libero di Einaudi saranno al centro del prossimo incontro della rassegna “Verso il Libro”. A raccontarle venerdì 13 gennaio alle 18.00, al Palazzo della Cultura, saranno Rosella Postorino, editor per la collana autonoma del marchio torinese, e Tommaso Giagni, scrittore che con Stile Libero ha pubblicato due libri.

Il ciclo di incontri ideato e organizzato dagli Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive con la collaborazione della libreria “Storie” di Latina punta l’attenzione su una casa editrice il cui ruolo nella produzione culturale italiana è stato cruciale. L’editore torinese ha saputo riunire scrittori e intellettuali di grande rilievo intorno ad un progetto che alla qualità letteraria delle opere pubblicate ha sempre affiancato l’impegno civile. Basti citare, insieme al fondatore Giulio Einaudi, Cesare Pavese, Italo Calvino, Leone e Natalia Ginzburg: autori che hanno segnato la nascita e il percorso della casa torinese, hanno fatto la storia della cultura del nostro paese e consegnato pagine di vera letteratura.

E’ del 1996 l’idea di conquistare un segmento di lettori nuovo, più giovane e meno convenzionale. Un’esigenza di mercato che si accompagna comunque a quella di mantenere intatta la qualità dei libri pubblicati. Nasce allora la collana Stile Libero, che ospita da subito opere di diversa ispirazione in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico curioso ed eterogeneo.

Della storia di questa collana, diventata la più diffusa e letta del marchio Einaudi, e dei tanti autori scoperti e lanciati in più di vent’anni parleranno l’attuale curatrice, Rosella Postorino, e Tommaso Giagni, autore del romanzo “Prima di perderti” dato di recente alle stampe proprio da Stile Libero Einaudi.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti