Latina, guida la vita: prosegue il corso di formazione della Prefettura nelle scuole

418

La sicurezza stradale e la consapevolezza delle regole del codice della strada sono fondamentali per ridurre il rischio di incidenti mortali e possono essere materia di studio e di approfondimento già nei primi anni di vita, per questo la dopo la prima edizione del Forum “Guida la vita – educazione e sicurezza stradale”, svoltasi a Latina lo scorso 21 aprile, con la partecipazione diretta di oltre 1500 studenti delle scuole di ogni ordine e grado, la Prefettura continua sulla strada intrapresa con nuovi corsi di formazione rivolti agli insegnanti delle scuole pontine, iniziati il 5 dicembre scorso.

La collaborazione con Enti e associazioni

L’iniziativa della Prefettura è realizzata in collaborazione con le forze dell’ordine, l’ufficio scolastico provinciale, l’Asl, l’Astral, l’Aci, la motorizzazione, l’Inail ed altri Enti ed associazioni del privato sociale, per sensibilizzare e potenziare nei ragazzi competenze di autoprotezione e comportamenti corretti ed adeguati alla guida, finalizzate a prevenire il gravissimo fenomeno degli incidenti mortali.

Il corso

Le attività progettuali, congiuntamente pianificate per l’anno scolastico 2016/2017, hanno avuto inizio lo scorso 5 dicembre con l’avvio di un corso di formazione presso la Prefettura, della durata di 20 ore, rivolto ai docenti referenti della scuola dell’infanzia, della primaria di primo e secondo grado e del biennio delle superiori, appartenenti ad istituti di diversi Comuni della provincia. Il corso, primo nel suo genere a livello provinciale, vede la partecipazione di 43 docenti referenti di 12 istituti comprensivi (Vitruvio Pollione di Formia, Garibaldi, liceo Piero Gobetti di Fondi, istituto comprensivo Tommaso D’Aquino di Priverno, Lelia Caetani di Cisterna, Milani e Fiorini di Terracina, Cencelli e Giulio Cesare di Sabaudia, Cesare Chiominto di Cori, Don Milani e istituto comprensivo via Bachelet di Latina), ai quali spetterà il compito di formare  “a cascata” i colleghi per la successiva realizzazione nelle scuole di specifici percorsi formativi rivolti agli studenti ed ai loro genitori.

Le finalità

Obiettivo del progetto è quello di attuare strategie organizzative e di cooperazione che partendo dai bambini della scuola primaria, coinvolgano tutti i soggetti, interni ed esterni alla scuola, ivi comprese le famiglie, per attuare un percorso formativo integrato che sviluppi positive modifiche comportamentali e valoriali, nella consapevolezza dei rischi che si corrono alla guida e dell’importanza della legalità, del rispetto delle regole e del codice della strada, al fine di contrastare e ridurre il numero dei morti e dei feriti per incidenti stradali.

La II edizione del forum

Il progetto si concluderà con la seconda edizione del forum provinciale sull’educazione e sicurezza stradale, che si terrà nel prossimo mese di maggio, quale spazio comune di confronto e di responsabilità condivise tra le varie istituzioni, il mondo dell’associazionismo e del volontariato per individuare e condividere buone pratiche che servano a rafforzare la sicurezza stradale in tutti i suoi molteplici aspetti.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti