Latina, a rischio l’assistenza agli studenti con deficit uditivi: Zuliani interroga l’assessore Di Muro

Antonella Di Muro e Nicoletta Zuliani

Assicurare il servizio di assistenza alla comunicazione per studenti con deficit uditivi fino a marzo non basta. La “toppa” cucita attorno alla disabilità dei ragazzi non piace al consigliere comunale di Latina Nicoletta Zuliani che, dopo l’annuncio dell’amministrazione comunale relativo alla proroga del contratto con copertura finanziaria fino al 31 marzo senza la riduzione da dieci a cinque ore come prospettato nei giorni precedenti, ha presentato un’interrogazione al sindaco Damiano Coletta e all’assessore al ramo Antonella Di Muro. L’iniziativa è stata già protocollata e attende l’inserimento da parte del presidente Massimiliano Colazingari al primo question time utile.

Zuliani, esponente di opposizione in quota al Partito democratico, chiede di conoscere per quale motivo si è scelto di non effettuare la variazione di bilancio richiesta dal servizio pari a 85mila euro atteso che l’Ens (Ente nazionale sordi) già a settembre aveva comunicato il fabbisogno stimato in una spesa pari a 113mila euro per l’anno scolastico 2016/2017, parzialmente coperto (fino a dicembre) con un impegno pari a 30.950,85 e successivi altri 11mila e 600 euro assolutamente insufficienti ad arrivare alla fine dell’anno.  Ma chiede anche lumi sul perché al 3 gennaio 2017 gli assistenti alla comunicazione non avevano ricevuto alcun pagamento per il servizio effettuato da settembre a dicembre pur essendo le somme già impegnate e disponibili da mesi sul capitolo di bilancio.  Lo scopo dell’interrogazione è anche quella di capire come l’Amministrazione intende garantire il servizio fino a fine giugno 2017, ovvero, “dove reperirà le risorse a copertura del servizio fino a tale mese e quali misure verranno messe in campo per evitare ritardi nello stanziamento e nel pagamento dei servizi che per legge vanno effettuati entro 30 giorni”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti