Riduzione Tari a Latina: “Lbc si appropria dell’iniziativa di Forza Italia e confonde le attività amministrative con la propaganda”

437
Giovanna Miele e Giorgio Ialongo

“LBC si appropria di una proposta di Forza Italia votata all’unanimità dal Consiglio Comunale e conduce i lavori amministrativi fuori dalle sedi preposte, escludendo le opposizioni”. È questa l’accusa che arriva da Giorgio Ialongo e Giovanna Miele, consiglieri comunali di Forza Italia a Latina.

“Nel Consiglio Comunale dello scorso 15 dicembre è stata approvata all’unanimità la proposta di Forza Italia di ridurre la tassa sui rifiuti alle imprese produttive e commerciali che conferiscono le eccedenze in beneficenza – ricordano Ialongo e Miele – adesso in Commissione Welfare eravamo chiamati a trovare un modo per rendere effettiva la nostra mozione. Nella prima riunione erano subito emerse le difficoltà di carattere logico. Sarebbe stato giusto confrontarsi con le associazioni di categoria, le Onlus e tutti gli enti interessati”.

“Invece veniamo a sapere che gli assessori Lessio e Ciccarelli e i consiglieri di Lbc avrebbero organizzato un incontro con gli interessati nella sede del movimento presso il palazzo comunale. E la riunione è stata organizzata al posto della Commissione Welfare solitamente convocata di venerdì. È una cosa grave e irrispettosa – attaccano i due esponenti di Forza Italia – A parte il fatto che LBC si è appropriata di una proposta non sua, questo atteggiamento non fa lavorare le commissioni, esclude le opposizioni dal loro ruolo, e fa in modo che quella che dovrebbe essere un’attività amministrativa come l’elaborazione di un regolamento, diventi un’attività di partito. È inaccettabile e molto molto scorretto”.

“LBC e questa amministrazione evidentemente confondono le attività di governo con quelle di propaganda – proseguono Ialongo e Miele -. Fatti come quelli avvenuti sulla proposta di ridurre la Tari sviliscono il ruolo della minoranza e rendono il lavoro di commissione sterile. Questo dimostra che l’amministrazione Coletta è gestita e diretta dagli assessori e i consiglieri sono alla stregua di accessori. Ciò è ulteriormente confermato dalle scarse convocazioni delle commissioni”.

“Il Consiglio Comunale è e rimane sovrano ed è rappresentativo della cittadinanza tutta. Le commissioni invece sono fondamentali per determinare gli indirizzi politico amministrativi – concludono da Forza Italia -. Né il Consiglio né le Commissioni sono un appendice della giunta. Noi chiediamo con forza che ogni attività sia condotta nel proprio posto. Il regolamento per la riduzione della Tari deve essere discusso nelle giuste sedi istituzionali e non nelle sedi di partito. Cooperatività, trasparenza, dialogo e confronto tanto sbandierati da Coletta e Latina Bene Comune come punti fermi del loro modo di governare, dove sono finiti? Se LBC e la giunta perseverano con questi atteggiamenti scorretti non esiteremo ad opporci e a denunciare i fatti con ogni mezzo a nostra disposizione”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti