Latina, convegno Cisl sull’acqua pubblica. L’intervento di Cecere sull’operazione Acea

368
Roberto Cecere

Il prossimo 20 gennaio alle ore 16.00 presso il Circolo Cittadino di Latina, si terrà un incontro pubblico organizzato dalla Cisl di Latina dal titolo “Insieme per…l’acqua pubblica”, al quale sono stati invitati tutti i sindaci dell’Ato 4.

All’appuntamento saranno presenti Roberto Cecere Segretario Ust Cisl Latina, Andrea Cuccello Segretario Generale Usr Cisl Lazio, Ulderico Marzioni Segretario Generale Femca Cisl Lazio ed Elisa Bandini Segretaria Generale della Femca Cisl di Latina.

Il convegno è quanto mai di stretta attualità considerando che a fine febbraio scadranno i termini di prelazione per la cessione a favore del gruppo Acea del 49% di quote di partecipazione di Idrolatina Srl nella partecipata Acqualatina SpA, oggi detenute dal Gruppo Veolia.

La Cisl di Latina, fin dall’inizio dell’operazione, ha avanzato forti timori sugli effetti occupazionali ed organizzativi che questo passaggio potrebbe determinare e sul fatto che un’azienda sana, con i conti in ordine ed un importante programma di investimenti in provincia, possa ora cadere nell’orbita romana e perdere la sua caratteristica di azienda a servizio del territorio.

“Abbiamo organizzato l’incontro pubblico – spiega Roberto Cecere, segretario generale della Cisl di Latina: perché siamo fortemente preoccupati delle ricadute che l’operazione potrebbe avere in provincia. Vorremmo capire come quei Sindaci dell’Ato 4, che si sono dichiarati a favore della c.d. acqua pubblica, intendano agire per applicare la normativa prevista dall’art. 11 del vigente Statuto Sociale di Acqualatina, che prevede la prelazione a favore degli altri soci prima della cessione a terzi. Auspichiamo che la conferenza dei sindaci trovi le soluzioni migliori per reperire quelle risorse economiche necessarie ad impedire che una società come Acqualatina, che rappresenta una eccellenza pontina, venga svenduta ad altri che porterebbero via i profitti dal nostro territorio. Ci auguriamo che dall’incontro del prossimo 20 gennaio possa definirsi il miglior percorso comune visti i tempi ormai stretti della trattativa.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti