“Il mondo magico” in sala il film con l’attrice pontina Mara Calcagni

Esce nelle sale italiane il film “IL MONDO MAGICO”, opera prima per la regia di Raffaele Schettino che vede tra i protagonisti l’attrice originaria di Fondi, Mara Calcagni. La pellicola, prodotta e distribuita da Groucho Cinema, che è basata su vicende realmente accadute a cavallo tra gli anni ‘40 e ‘50, racconta, fra antichi riti e canti popolari, la storia vera di Gianni (Raffaele Schettino). Sopravvissuto alla campagna di Russia durante la II guerra mondiale, il nostro eroe diserta e si rifugia a Piadena, in provincia di Cremona, dove si innamora della misteriosa Teresa. Nella confusione che segue l’armistizio del 1943, decide di rientrare a Frigento, in Irpinia, sua città di origine, dove sposa il suo primo amore, Tina (Alessandra Tavarone). Teresa (Chiara Travisonni), abbandonata, trasforma la sua rabbia in maledizione e da quel momento la vita di Gianni è un’unica teoria di sciagure. Finita la guerra, Gianni trova impiego come Carabiniere in Valnerina, ma, costretto dai superiori a reprimere nella violenza le lotte dei lavoratori in difficoltà a causa dei licenziamenti, prende posizione a loro favore.

Mara Calcagni interpreta il personaggio di Mariella, “donna passionale ed emancipata, che fa ritrovare serenità al protagonista, che se ne innamora” (R.S.). L’attrice fondana, al suo primo film, si è formata con i maestri dell’Odin Teatret, con il Lume, uno dei più importanti gruppi del panorama teatrale brasiliano, Cezar Brie del Teatro de Los Andes, l’Odin Teatret di Eugenio Barba, Naira Gonzalez del Centro Teatrale Umbro, James Slowiak e Jairo Cuesta del New Lab Performance, Mamadou Dioume, Alessio Bergamo, Roy Hart Center. Nel 2005 è parte dell’ensemble del Teatro Ridotto di Bologna, come attrice. Fonda, nel 2006, Groucho Teatro, di cui è attrice, regista, pedagoga e condirettore artistico. Dal 2010 fa parte del Magdalena Project, rete internazionale di donne che lavorano nel teatro, progetto coordinato da Julia Varley (Odin Teatret). Ricerca dal 2010 sul metodo vocale ‘Link Leather’ e sulla pedagogia legata alla metodologia Orff. Dal 2012 ricerca e collabora attivamente con il Roy Hart Theatre, sulle vie della voce. Dal 2008 è parte del Coro di Estetica dei Modi Contadini e Inni e Canti di Lotta diretti da Giovanna Marini, con cui fa concerti in italia e all’estero. Dal 2008 tiene laboratori e seminari in Italia, in America Latina e in Europa.

I contenuti de “Il Mondo Magico” si scoprono anche molto attinenti ad una realtà del passato agricolo della piana di Fondi, ovvero: “della magia del mondo contadino che si tramanda attraverso i canti di tradizione orale e la ritualistica semplicità delle relazioni umane”, temi che indirettamente accostano il film di Schettino ad una gran parte della cinematografia del grande regista fondano, e padre del neorealismo, Giuseppe De Santis.

«Il film – spiega il regista Raffaele Schettino – è il prodotto di un vero e proprio lavoro di comunità, che ha visto le proloco, le associazioni locali e i paesi coinvolti mettersi in moto, a vari livelli, per rendere il set un momento di incontro, un momento magico. Fanno da sfondo alla storia e diventano la vera essenza del film i rituali del mondo agreste (la maledizione, la figura della “masca” e della “mammasanta” e le formule magiche), i canti e le musiche delle tradizioni orali d’Italia dalla Lombardia alla Campania, passando per l’Umbria.”

Già presentato in anteprima, il film ha vinto vari premi, fra cui il Platinum Remi Award del WorldFest e viene ora distribuito nelle sale di Roma, Viterbo, Montefiascone, Caserta, Avellino, Terni, Perugia, Narni, Veroli e Fondi. Raffaele Schettino è autore e attore teatrale, musicista e regista audiovisivo.

Il film, per Latina e provincia, sarà in sala al Supercinema Castello di Fondi da venerdì 20 a mercoledì 25, con due spettacoli alle 20 e alle 21.30. Nella proiezione di venerdì 20 delle 21.30 sara presente anche il regista Raffaele Schettino.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti