Assenteismo dipendenti comunali di Latina, percentuali record nel primo semestre di Coletta

635

Riceviamo e pubblichiamo di seguito il risultato di uno studio sul tasso di assenteismo del personale del Comune di Latina, derivante dal confronto dei dati 2009-2016, che l’ingegnere pontino Massimo de Simone ha già inviato all’amministrazione in carica, nelle persone del sindaco Damiano Coletta e degli assessori Antonio Costanzo e Giulio Capirci, con deleghe rispettivamente al Personale e al Bilancio, allo scopo che sia oggetto di attenta valutazione e riflessione.

Dai numeri elaborati, che l’ingegnere De Simone riferisce di aver acquisito in gran parte sul sito del Comune di Latina, e quindi disponibili a tutti, e in minima parte dal vecchio sito comunale, precedentemente prelevati e conservati, emerge una sorprendente costante, ovvero che l’assenteismo dei dipendenti, in termini di percentuale, nell’amministrazione di Coletta supera, nei diversi archi temporali, l’assenteismo registrato nelle precedenti quattro amministrazioni.

Ecco quindi il contenuto, corredato di tabelle, depositato ufficialmente ieri, 20 gennaio 2017, al Comune di Latina.

I dati relativi all’amministrazione Di Giorgi, Barbato e Coletta – si legge – stati reperiti dal sito ufficiale del Comune di Latina in cui risultano presenti gli anni 2014, 2015 e 2016. I dati relativi all’amministrazione Zaccheo da settembre 2009 a dicembre 2010, sono stati ricavati da un archivio personale, estratti e conservati dal sito comunale dell’epoca.

Nella tabella 1 sottostante sono rappresentati i dati medi di assenteismo distinti per mensilità delle ultime 5 amministrazioni succedutesi da Zaccheo a Coletta, riprodotti, per maggiore chiarezza, nel successivo grafico.

Tab.1

Zaccheo Nardone Di Giorgi Barbato Coletta
2009/10 2010 2014 2015/16 2016
gen 17,47 19,70 22,46
fab 15,96 17,11 18,84
mar 14,23 17,86 20,39
apr 17,54 22,80 25,86
mag 14,72 19,84 25,21
giu 17,42 22,15 20,31
lug 26,90 31,05 21,32 37,68
ago 45,39 50,23 38,19 49,24
set 14,97 14,97 20,34 8,29 22,70
ott 19,97 15,30 18,69 16,25 21,91
nov 14,90 14,90 17,34 14,71 21,38
dic 19,97 19,85 23,84 23,12 27,98

Dati Barbato: luglio 2015 a giugno 2016; Dati Zaccheo dal settembre 2009 ad aprile 2010

grafico 1

Dalla tabella e dal grafico si evince che nel periodo di stanziamento della amministrazione Coletta presenta valori di assenteismo più elevati per ogni mensilità rispetto a tutte le precedenti 4 amministrazioni. Unica insignificante eccezione si rileva per la mensilità di agosto in cui l’amministrazione di Giorgi nell’anno 2014 presenta un valore superiore dell’1% circa rispetto alla amministrazione Coletta (50,23% rispetto a 49,24%).

****************************

Con gli stessi dati è possibile ora calcolare gli aumenti percentuali del tasso di assenteismo della amministrazione Coletta rispetto alle quattro precedenti amministrazioni distinti per mensilità, rappresentati nella seguente tabella 2.

Tab.2

COLETTA Zaccheo Nardone Di Giorgi Barbato
luglio 40,07% 21,35% 76,74%
agosto 8,48% -1,97% 28,93%
settembre 51,64% 51,64% 11,60% 173,82%
ottobre 9,71% 43,20% 17,23% 34,83%
novembre 43,49% 43,49% 23,30% 45,34%
dicembre 40,11% 40,96% 17,37% 21,02%

 

Come già accennato, tranne un singolo caso in cui lo scostamento è minimo (-1,97% nel mese di agosto rispetto all’amministrazione Di Giorgi), risultano per ogni singola mensilità degli incrementi rilevanti del tasso di assenteismo rispetto a tutte le amministrazioni precedenti, fino ad arrivare ad un massimo del 173,82% (mese di settembre rispetto all’amministrazione Barbato).

****************************

Sulla scorta dei dati della tabella 1 è possibile calcolare il tasso medio di assenteismo per il secondo semestre dell’anno nel quale l’amministrazione Coletta è stata in carica, che risulta pari al 30,15%, potendolo raffrontare con il dato riferito alle precedenti amministrazioni. I risultati sono rappresentati di seguito in forma tabellare e grafica.

Tab.3

 

% assenteismo Nardone Di Giorgi Barbato Coletta
media semestre 22,89 26,92 20,31 30,15

tabella 2

Si evince che l’aumento del tasso di assenteismo della amministrazione Coletta è stato del 31,74% rispetto all’amministrazione Nardone (30,15/22,89), del 12,01% rispetto all’amministrazione Di Giorgi (30,15/26,92) e del 48,42% rispetto all’amministrazione Barbato (30,15/20,31), mentre l’aumento medio del tasso di assenteismo nel semestre della amministrazione Coletta rispetto alla media delle tre amministrazioni precedenti è stato del 30,72% [(31,74+12,01+48,42)/3].

****************************

Se prendiamo come riferimento il quadrimestre, per il quale il tasso di assenteismo della amministrazione Coletta è stato pari al 23,49%, risulta possibile tenere presente anche i dati a disposizione relativi all’amministrazione Zaccheo. I risultati sono rappresentati anch’essi di seguito in forma sia tabellare che grafica.

Tab.4

% assenteismo Zaccheo Nardone Di Giorgi Barbato Coletta
media quadrimestre 17,45 16,26 20,05 15,59 23,49

tab 4

Si evince che l’aumento del tasso di assenteismo della amministrazione Coletta è stato del 34,61% rispetto all’amministrazione Zaccheo (23,49/17,45), del 44,52% rispetto all’amministrazione Nardone (23,49/16,26), del 17,15% rispetto all’amministrazione Di Giorgi (23,49/20,05) e del 50,67% rispetto all’amministrazione Barbato (23,49/15,59), mentre l’aumento medio del tasso di assenteismo nel quadrimestre della amministrazione Coletta rispetto alla media delle tre precedenti amministrazioni è stato del 36,74% [(34,61+44,52+17,15+48,42)/4].

****************************

tab 5

Il tasso di assenteismo nel semestre dell’amministrazione Coletta è pari 30,15%, mentre la media delle tre precedenti amministrazioni (Nardone, Di Giorgi e Barbato) è pari a 23,37% [(22,89+26,92+20,31)/3], con uno scarto in punti percentuali pari a 6,78 (30,15-23,27).

Invece il tasso di assenteismo nel quadrimestre dell’amministrazione Coletta è pari 23,49% mentre la media delle quattro precedenti amministrazioni (Zaccheo, Nardone, Di Giorgi e Barbato) è pari a 17,33% [(17,45+16,26+20,05+15,59)/4], con uno scarto in punti percentuali pari a 6,16 (23,49-17,33).

Pertanto, l’incremento del assenteismo dell’amministrazione Coletta rispetto alle precedenti amministrazioni è prossima a 6,5 punti percentuali.

Visto in termini di risorse umane, essendo circa 140.000 i giorni lavorabili annuali totali riferiti al personale del Comune di Latina, è come si perdessero circa 9.000 giorni lavorabili all’anno rispetto alle precedenti amministrazioni (140.000 x 0,065= 9100). Nei sei mesi di carica dell’amministrazione Coletta, da luglio fino alla fine dicembre 2016, si sono persi circa 4.500 giorni lavorativi. In 5 anni di governo, perdurando la situazione odierna riscontata, i giorni lavorativi andati perduti ammonterebbero a circa 45.000 (9.100 x 5=45.500). In pratica si perderebbe circa un quadrimestre di lavoro pieno di personale dipendente.

Ancora sotto un’altra prospettiva in termini di risorse umane, essendo circa 520 i dipendenti del Comune di Latina, è come se all’amministrazione mancassero 34 dipendenti rispetto alle precedenti amministrazioni (520 x 0,065= 34).  Va ricordato che questa amministrazione ha lamentato pubblicamente carenza di personale nel comparto dei dipendenti.

Visto in termini economici, essendo circa 21 milioni di euro la spesa per il personale del Comune di Latina, è come se si disperdessero circa 1,35 milioni di euro all’anno (21.000.000 x 0,065=1.365.000). Nei sei mesi di carica dell’amministrazione Coletta, da luglio fino alla fine dicembre 2016, il danno economico stimato è pari a quasi 700.000 euro. In 5 anni di governo, perdurando la situazione odierna riscontata, il danno economico alle casse comunali ammonterebbe a circa 7 milioni di euro (1.365.000 x 5= 6.825.000).

****************************

In sintesi:

– durante il periodo di stanziamento della amministrazione Coletta si è riscontrato un netto aumento del tasso di assenza del personale rispetto alle precedenti amministrazioni.

– L’aumento medio del tasso di assenteismo nel semestre di carica della amministrazione Coletta, periodo 1  luglio 2016 – 31 dicembre 2016, rispetto alle tre precedenti amministrazioni (Nardone, Di Giorgi, Barbato) è stato del 30,72%, mentre l’aumento medio del tasso di assenteismo nel quadrimestre della amministrazione Coletta periodo 1 settembre 2016 – 31 dicembre 2016, rispetto alle quattro precedenti amministrazioni (Zaccheo, Nardone, Di Giorgi, Barbato) è stato del 36,74%.

– Visto in termini di risorse umane è come si perdessero circa 9.000 giorni lavorabili all’anno, nei sei mesi di carica dell’amministrazione Coletta si sono persi già circa 4.500 giorni lavorativi e in 5 anni di governo, perdurando la situazione odierna riscontata, i giorni lavorativi andati perduti si stimano in 45.000. Ancora sotto un’altra prospettiva in termini di risorse umane è come se all’amministrazione Coletta mancassero 34 dipendenti rispetto alle precedenti amministrazioni. E’ del tutto superfluo evidenziare come ciò influisca negativamente sulla tempistica e sulla qualità dei servizi resi ai cittadini. Solo a titolo di esempio si fa presente che ad oggi nel settore urbanistica non si riesce a rilasciare neanche un certificato di destinazione urbanistica entro i 30 giorni consentiti dalla normativa vigente. Va ricordato che questa amministrazione ha lamentato pubblicamente carenza di personale nel comparto dei dipendenti.

– Visto in termini economici è come se si disperdessero circa 1,35 milioni di euro all’anno, nei sei mesi di carica dell’amministrazione Coletta il danno economico stimato risulta pari a 700.000 euro e in 5 anni di governo, perdurando la situazione odierna riscontata, il danno economico alle casse comunali ammonterebbe a circa 7 milioni di euro.

****************************

Pertanto lo scrivente chiede a questa spettabile amministrazione, e in particolare:

al Sindaco, se è a conoscenza della situazione del tasso di assenteismo del personale del Comune di Latina, e in particolar modo del preoccupante aumento riscontato rispetto alle precedenti amministrazioni e delle ripercussioni sulla collettività.

All’Assessore al personale e all’Assessore al bilancio, se sono al corrente rispettivamente dei danni in termini di servizi ai cittadini ed economici su rappresentati.

– Ancora all’Assessore al personale e in virtù di quanto esposto, sotto quale prospettiva, se premio, incentivo o favore, è da considerarsi la modifica del regolamento per i dipendenti comunali, a seguito della quale è stato assentito l’aumento del limite massimo dei lavori extra che potranno svolgere i funzionari del Comune, passato dal 30% al 50% sotto la Giunta Coletta, approvato a seguito di richiesta dei funzionari stessi.

– quali sono le misure correttive eventualmente messe in campo o che deciderà di attuare allo scopo di portare il tasso di assenteismo del personale entro limiti accettabili e comunque paragonabili a quelli precedenti.

Il sottoscritto, sollecitando l’interessamento del Comune di Latina alla questione sopra rappresentata, si riserva di produrre ulteriori studi di merito distinti per aree di interesse e settori dirigenziali.

Ingegnere Massimo de Simone

LE VOSTRE OPINIONI

commenti