“Smart Environment”: progetto con l’università per promuovere la Valle dell’Amaseno

620

La XIII Comunità Montana dei Monti Lepini ed Ausoni ha sottoscritto una convenzione con l’Università degli Studi Roma 3 nell’ambito del progetto “Smart Environment” per la valorizzazione dei paesaggi rurali tradizionali nel Lazio e la tutela e valorizzazione del patrimonio “vivente”.

Nello specifico l’Archivio dell’Ente è stato messo a disposizione della dottoressa Sara Carallo, le cui ricerche, con il supporto del personale dell’Associazione Cultores Artium di Ceccano, saranno utilizzate per lo sviluppo di un portale internet in cui verranno caricati itinerari culturali, naturalistici ed enogastronomici finalizzati alla promozione e valorizzazione della Valle dell’Amaseno.

L’idea innovativa che coinvolge i residenti

Tutti i percorsi caricati sul portale sono ecosostenibili, ogni tappa, infatti, è raggiungibile con autobus Cotral. L’idea innovativa, poi, è il fatto che il portale non sia qualcosa di statico ma di dinamico e partecipativo in cui tutti gli utenti possono consigliare attività, esercizi commerciali, luoghi da visitare sconosciuti ai più. Già nella fase di ricerche preliminari del progetto – spiega la Carallo – la popolazione della valle dell’Amaseno si è dimostrata interessata e partecipe, suggerendo itinerari ed accompagnandola nei luoghi più caratteristici o nascosti. Questo progetto non vuole porsi come obiettivo la conservazione dell’area della Valle dell’Amaseno ma la sua tutela ed una valorizzazione durevole della zona.

Il ruolo fondamentale dell’associazione

L’associazione Cultores Artium, che nella persona del presidente Andrea Selvini supporta la dottoressa Carallo nelle ricerche, è stata fondamentale per la parte di ricerca storica e nella realizzazione degli itinerari.

“A spasso nella Contea”

Nasce nel 2012 dalla volontà di alcuni ragazzi che, dopo l’esperienza del servizio civile nel progetto “Città Nova” a Ceccano, hanno voluto dar vita ad un’associazione che potesse studiare e promuovere i territori dell’antica Contea di Ceccano partendo dalla sensibilizzazione delle radici comuni per una valorizzazione culturale ma soprattutto turistica di quei luoghi. L’associazione Cultores Artium cura le aperture mensili del Castello dei conti di Ceccano, collabora con i Comuni di Patrica, Amaseno, Villa Santo Stefano, Giuliano di Roma, Maenza, Prossedi e Carpineto ed organizza passeggiate culturali e naturalistiche nell’area dell’antica contea dei Conti di Ceccano nell’ambito dell’iniziativa “A spasso nella Contea”.

La promozione del territorio

Partecipando a questo progetto la XIII Comunità Montana vuole incrementare il proprio contributo all’offerta culturale e alla valorizzazione del territorio, incentivando gli studenti e i ricercatori a scegliere la zona dei Lepini e degli Ausoni sia per le loro ricerche che per i loro momenti di vacanza e svago.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti