Latina, la “Casa dei papà” al question time con un’interrogazione di Coluzzi

Matteo Coluzzi

Con un’interrogazione indirizzata al sindaco di Latina e alla giunta comunale, il consigliere Matteo Coluzzi chiede lumi sulla situazione degli alloggi destinati al progetto “Casa dei papà”. L’iniziativa dell’esponente di opposizione è stata calendarizzata insieme ad altre interrogazioni per il prossimo question time, fissato per il 2 febbraio con inizio alle 9.30.

La storia degli alloggi “Casa dei papà” di Latina rimanda alla deliberazione dello scorso anno – 1 febbraio 2016 – con la quale era stato dato il via alla formazione della graduatoria per le assegnazioni delle unità abitative di via Scipione l’Africano, individuate allo scopo dal 2012, destinate a chi vive il disagio di essere padre separato, in condizioni di precarietà economica, con figli minorenni affidati alle ex mogli o compagne.

Coluzzi, nella sua interrogazione, ricorda come le strutture destinate al progetto siano state oggetto di occupazioni abusive e di successivi sgomberi da parte delle forze dell’ordine, mentre è poco chiaro se il servizio che doveva costituire un aiuto ai padri disagiati sia svolto a pieno regime. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio nel 2011, per un importo di 220mila euro, prevedeva per gli aventi diritto un ingresso gratuito o il pagamento di un affitto minimo in base al reddito per 12 mesi, eventualmente prorogabili.

Il consigliere Coluzzi, dunque, attraverso l’interrogazione chiarimenti relativi all’attuale situazione degli alloggi, all’iter di affidamento in base alla graduatoria esistente oltre che all’ipotetica riapertura del bando come prospettato in commissione Servizi Sociali.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti