Latina, servizi di assistenza e sicurezza balneare: torna il bando per la Marina

Il servizio Politiche di gestione e assetto del territorio – Patrimonio e demanio del Comune di Latina ha disposto che l’ufficio gare predisponga gli atti per mettere a gara i servizi balneari indispensabili per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica sulle spiagge libere per la stagione balneare 2017. Si tratta di: servizio di assistenza e salvataggio bagnanti nei tratti di arenile libero, con postazioni mobili; installazione e controllo della segnaletica di sicurezza balneare che sarà fornita dall’amministrazione comunale, con rimozione della stessa al termine della stagione balneare; fornitura, installazione e controllo della segnaletica di divieto di balneazione, con rimozione della stessa al termine della stagione balneare.

“Le risorse finanziarie dell’ente assegnate – si legge nella determinazione del dirigente Giovanni Della Penna – consentono di garantire una copertura parziale delle spiagge libere mediante l’installazione di otto postazioni mobili, di cui cinque sul tratto “A” Foce Verde – Capoportiere e tre sul tratto “B” Capoportiere – Rio Martino, oltre alla fornitura, installazione e controllo della segnaletica di sicurezza balneare e di divieto di balneazione”.

Nell’atto pubblicato oggi all’albo pretorio del Comune di Latina si precisa che in data 16 gennaio 2017 è stato effettuato il preventivo accertamento dell’insussistenza della fornitura dei servizi in oggetto nell’ambito del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione e che pertanto si è ritenuto di procedere all’affidamento dei servizi balneari mediante procedura negoziata, nel rispetto del principio di rotazione e in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese, con il criterio del minor prezzo sull’importo da porre a base di gara.

La totale somma a disposizione dell’ente è di 111.269,82 euro; 91.180,18 euro è l’importo a base d’asta; 91.180,18 euro per l’Iva al 20% e 30 euro per il contributo Anac.

In sede di presentazione dell’offerta, gli operatori economici interessati dovranno produrre dichiarazione con la quale si impegnano a dare esecuzione in via anticipata ai servizi oggetto di affidamento, nelle more dell’efficacia della stipula contrattuale.

Ai fini della formulazione dell’offerta, gli operatori economici interessati dovranno: attestare di essersi recati sul posto dove deve espletarsi il servizio e di aver preso cognizione dello stato dei luoghi; attestare di avere nel complesso preso conoscenza della natura dell’appalto e di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei servizi, sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata; dichiarare di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l’espletamento del servizio, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito; attestare di aver accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato delle attrezzature e della mano d’opera da impiegare nei servizi, in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi, dichiarando altresì che, in caso di affidamento del servizio, disporranno delle attrezzature necessarie per l’esecuzione dell’appalto e che le stesse non saranno inferiori a quelle minimali previste nel capitolato.

Ora spetterà al Servizio Gare e Contratti procedere con successivi adempimenti di competenza, indicando i termini per la presentazione delle offerte.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti