Aprilia, condannato a 5 anni e mezzo di carcere l’assassino di Stella Manzi

355

A quattro anni dalla tragica morte di Stella Manzi, arriva la sentenza che condanna Daniel Domnar a 5 anni e mezzo di reclusione. Il giovane di nazionalità romena infatti aveva confessato di essere stato l’artefice del tragico incidente del 26 dicembre 2013, in seguito al quale la piccola Stella Manzi di soli 9 anni perse la vita. Il giudice Castriota, ha stabilito una pena di poco inferiore a quella chiesta dal PM, che aveva richiesto la condanna a 6 anni.
In quella tragica sera di Santo Stefano, Domnar, allora appena 23enne, guidava un’auto rubata pur senza aver mai conseguito la patente e come poi verificato attraverso gli esami di rito era sotto effetto di alcol e droga. Dopo aver imboccato la Nettunense contro mano, all’altezza di Campo di Carne, centrò l’auto a bordo della quale viaggiavano la mamma di Stella e i quattro figli. la piccola Stella morì in ospedale dopo 48 ore di agonia.
Domnar fuggì poi dai domiciliari, rendendosi irreperibile per oltre un anno, fino a che, grazie anche alla costante attenzione tenuta viva sul caso proprio da mamma Giannina, la Polizia lo individuò in Irlanda.
Il processo a suo carico si è chiuso ieri con la condanna a 5 anni e mezzo di carcere.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti