Latina, variante degli alberelli di Borgo Montello: s’infittisce il giallo

418
Giorgio Libralato

“Nell’archivio dell’Area Ciclo Integrato Rifiuti della Regione Lazio non risultano atti riferiti a variante urbanistica dell’area di Borgo Montello”. A distanza di meno di tre mesi da specifici quesiti posti alla direzione regionale del Governo del ciclo rifiuti dal tecnico incaricato dal comitato di via Monfalcone, il geometra Giorgio Libralato, è arrivata una sorprendente risposta o meglio una non risposta che non risolve il giallo della cosiddetta variante degli alberelli. Si tratta dello strumento urbanistico che doveva servire a creare una sorta di fascia di rispetto di centro metri dall’abitato rispetto alle discariche di Borgo Montello.

L’adozione della variante da parte del Comune di Latina, con delibera di Consiglio numero 169, risale al 2012. Nel 2014, dopo osservazioni e controdeduzioni, la Regione chiese al Comune il completamento dell’iter. Poi, dopo diversi solleciti da parte del comitato – l’ultimo in ordine di tempo il 30 settembre 2016 nel corso di una riunione tra il comitato, il sindaco Damiano Coletta e l’assessore Roberto Lessio – si persero le tracce fino alla “novità”, sgradita al comitato di via Monfalcone, giunta per mezzo di una dichiarazione resa l’11 novembre scorso durante un’assise civica di Latina dal consigliere, comunale e regionale, Enrico Forte. L’esponente del Partito democratico disse – notò il geometra pontino – che la variante degli alberelli era stata rigettata dalla Regione. Libralato, non trovando conferma documentale della brutta notizia ricevuta indirettamente da Forte, chiese alla Direzione regionale Governo del ciclo dei rifiuti, il giorno successivo alla dichiarazione di Forte, di sapere se fosse vero che tale deliberazione 169/2012 del Comune di Latina fosse stata rigettata; con quale documento o atto sarebbe stata rigettata; se ci fossero procedure urbanistiche in corso rispetto al sito di Borgo Montello.

Lapidaria la risposta: “La informiamo che nell’archivio dell’Area non risultano atti riferiti a variante urbanistica dell’area di Borgo Montello”. Si è persa la delibera 169? E Forte non potendolo sapere e non trovando alcun elemento positivo ha immaginato per deduzione logica che la questione non fosse andata in porto? Calmi tutti. L’Area Ciclo Integrato Rifiuti della Regione Lazio, a cui non risultano atti riferiti a variante urbanistica dell’area di Borgo Montello, invita Libralato a rivolgersi direttamente alla Direzione regionale Territorio, Urbanistica e Mobilità, non fornendo quindi risposte definitive e rimettendo la palla al centro campo.

Clicca qui per la risposta fornita oggi a Libralato

LE VOSTRE OPINIONI

commenti