Sabaudia, gli oppositori di Lucci richiamati all’unità. L’appello del Pd per la rinascita della città

Salvatore La Penna

“Sabaudia ha bisogno di una stagione di cambiamento e di recuperare il ruolo di centralità che le compete attraverso la valorizzazione del suo immenso patrimonio e delle innumerevoli vocazioni del nostro stupendo territorio. Sabaudia ha bisogno che le energie migliori vengano coinvolte e si spendano direttamente nella vita amministrativa”. Il Partito Democratico, con un appello congiunto del segretario provinciale Salvatore La Penna e del segretario comunale Piero Piroli, si rivolge alle forze politiche di opposizione a Lucci affinché si costituisca un’alternativa di governo per il rilancio economico di Sabaudia.

“Il Partito democratico – si legge in una nota stampa a doppia firma La Penna-Piroli – , dopo aver dato un contributo decisivo a porre fine all’esperienza amministrativa dannosa ed infruttuosa della Giunta Lucci, intende rivolgere un appello a tutte le forze che hanno collaborato a costruire l’opposizione alla Giunta Lucci ed a determinare le condizioni della sua caduta, affinché si costruisca una alternativa politica e amministrativa larga e credibile che assuma su di sé la sfida del rilancio e della rinascita di Sabaudia, che sappia unire diversi segmenti della comunità anche al di là degli steccati ideologici ed in nome della discontinuità e del rinnovamento. Dobbiamo purtroppo prendere atto del fatto  che, di fronte alla nostra totale e generosa disponibilità ed apertura nei confronti del movimento civico “Cittadini al lavoro”, abbiamo riscontrato una indisponibilità ad una collaborazione e ad una alleanza politico-elettorale fondata principalmente  su una forte istanza di rinnovamento della classe  dirigente per l’esecutivo e sulla costruzione di un programma comune che affrontasse le emergenze che la città attraversa, che giustificherebbero un’intesa forte fra forze civiche, sociali e politiche. Prendiamo atto che tale disponibilità, anche riguardo all’espressione del capo della coalizione, non è bastata e ciascuno si assumerà le proprie responsabilità sulla vicenda. Sarebbe un grave errore nei confronti della comunità dividere, in nome di chiusure, individualismi e arroccamenti evitabilissimi, le forze che oggi potrebbero permettere una svolta politica e amministrativa. Lavoreremo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, con piena disponibilità, a costruire le condizioni per una proposta elettorale aperta, larga, realmente competitiva con a cuore soltanto il bene e il futuro di Sabaudia”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti