LEGO Batman – Il Film, un frullato di comicità irriverente per il celebre Cavaliere Oscuro

374

Spin-off del film The LEGO Movie del 2014, LEGO Batman arriva in sala con tutta la sua irriverenza ed esplosiva demenzialità. Sceneggiato da Seth Grahame-Smith e diretto da Chris McKay, il film ci porta in una Gotham City di Lego, dove Batman ha appena ottenuto l’ennesimo successo contro Joker. In seguito al pensionamento del commissario di polizia Jim Gordon, e al subentro di sua figlia Barbara, Batman si troverà però quasi messo al bando, e per dimostrare di essere indispensabile dovrà riuscire a fermare nuovamente il suo arcinemico, pronto alla vendetta.

Centro indiscusso del suo mondo, il Batman qui presentato è il re dell’egocentrismo e delle megalomania, nonché del lavoro in solitaria. Presentatoci così in una chiave innovativa rispetto ai film che lo hanno già portato sul grande schermo, il personaggio si rivela interessante, con una personalità totalmente differente, finalizzata alla risata. Fondamentali anche e specialmente quei pochi ma intensi momenti in cui viene esplorata la sua interiorità legata al suo tragico passato. Nel vederlo invece protagonista di gag e battute dissacranti, non si può che ridere e abbandonarsi per novanta minuti alla demenzialità più pura, stavolta sotto forma di film d’animazione. Presenti inoltre una sconfinata serie di celebrazioni dei vari brand coinvolti nel film, da Harry Potter a King Kong, dal Signore degli Anelli a Matrix, dando vita ad un mash up di personaggi che è il sogno di ogni bambino e affezionato. A contribuire allo spettacolo visivo c’è l’ottima resa grafica della Animal Logic, che anima ormai benissimo i personaggi Lego quasi da farci dimenticare che sono tali. L’atmosfera e i colori del film, tra l’innovativo e i classico dei film dell’uomo pipistrello, sono straordinari e riempiono gli occhi dello spettatore. A tutto questo splendore però non corrisponde un’altrettanto valida sceneggiatura, spesso occupata a schiacciare l’acceleratore sul ritmo forsennato della comicità, finendo con il tralasciare una storia che poteva essere elaborata meglio, così da risultar più scorrevole o interessante. Con più calma e serenità lo spettatore avrebbe probabilmente avuto modo di affezionarsi di più ai vari personaggi messi in gioco. Grahame-Smith ha comunque il merito di essere riuscito a mescolare in un’ora e mezza buona parte della mitologia dell’uomo pipistrello, alternando follia comica a serietà tematica. Molto buoni sono infatti i temi messi in gioco, dalla necessità del lavoro di squadra all’importanza della famiglia nella vita di ognuno di noi, fino ad arrivare alla necessità di ogni supereroe di avere un proprio nemico numero, quel qualcuno che giustifichi ogni sacrificio fatto da eroe.

In grado dunque di essere apprezzato da grandi e piccoli, LEGO Batman dimostra la grande e costante sperimentazione in atto nel settore dell’animazione, sempre più in grado di stupire ed emozionare profondamente. Nel caso specifico di questo film l’intenzione è quella di divertire e stupire, di regalare un intrattenimento intelligente pur nella sua demenzialità. Missione che viene ad essere compiuta in modo quasi ineccepibile.

LEGO Batman, diretto da Chris McKay, è in sala dal 9 febbraio nei cinema di Latina (Oxer, Corso Multisala), Aprilia (Multiplex Village Cinemas), Formia (Del Mare Multisala), Terracina (Teatro Traiano).

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO