Un brutto Latina cede al Novara: la situazione è sempre piu’ delicata

337

Tre sconfitte consecutive e i problemi “fuori” dal campo sono pesanti macigni che il Latina è chiamato a superare per cercare di salvare una stagione sempre più travagliata. Ospite al Francioni è il Novara che, pur avendo cinque punti in più in classifica, sta attraversando un periodo non certo positivo, senza vittorie nel girone di ritorno (tre pareggi e una sconfitta). Formazione prevista per i nerazzurri, con Bruscagin che sostituisce a sinistra lo squalificato Di Matteo, lasciando la fascia destra a Nica mentre a centrocampo Mariga vince il ballottaggio con De Vitis, in precarie condizioni fisiche.

Primo tempo

Partita equilibrata senza grande emozioni, i nerazzurri giocano prevalentemente sulla fascia sinistra con Bruscagin e Buonaiuto mentre sulla fascia opposta Nica si vede poco e Insigne si accentra spesso non trovando la posizione ideale. Gli ospiti controllano senza patemi e sembrano accontentarsi dei ritmi bassi, consapevoli di avere in avanti giocatori come Sansone, Macheda e Galabinov che possono sempre inventarsi una giocata importante. L’ incontro si trascina stancamente e dobbiamo aspettare il 40′ per assistere al primo tiro in porta…è una “telefonata” di Cinelli a Pinsoglio. Finisce sul nulla di fatto un primo tempo molto deludente giocato su ritmi bassi e “vivacizzato” solo dalle quattro ammonizioni, due per parte, comminate dal direttore di gara. Speriamo che negli spogliatoi Vivarini si faccia sentire dai suoi ragazzi, che dovranno cambiare decisamente registro nella ripresa e trovare la determinazione necessaria per provare conquistare il bottino pieno.

Secondo tempo

La ripresa si apre finalmente con una vera emozione con Insigne che al 4′, ben servito da Corvia, colpisce il palo alla destra di Da Costa. Ma è solo un lampo nel grigiore generale perché l’ incontro torna ad essere soporifero e privo di spunti interessanti.  Al 23′ finalmente un episodio da segnalare: su corner battuto da Insigne, Brosco incorna di testa ma purtroppo troppo debolmente per impensierire da Costa. Mossa disperata al 29′ di Vivarini: entra Regolanti per Nica: passaggio al 4-2-4, con Bruscagin che si abbassa a destra, Insigne e De Giorgio sulle fasce e Regolanti che affianca Corvia in avanti. Si fa vedere il Novara al 37′ con Galabinov, il cui tiro dal limite che sfiora il palo alla sinistra di Pinsoglio. Ma ecco la frittata al 42′: Mariga perde l’ ennesimo pallone a centrocampo innescando la ripartenza dei piemontesi, la palla arriva a Galabinov che non ha difficoltà a superare Pinsoglio in disperata uscita. Ma i guai non finiscono qui…al 46′ Insigne viene espulso per proteste e le cose non potrebbero andare peggio…Finisce così con una brutta sconfitta un incontro che i nerazzurri non hanno praticamente giocato, probabilmente distratti da quello che sta accadendo fuori dal campo. La sensazione è che, purtroppo, questo potrebbe essere solo l’ inizio di un periodo buio…

LATINA – NOVARA 0 – 1

Latina: Pinsoglio, Brosco, Dellafiore, Tena, Nica (dal 29’st Regolanti), Mariga, Bandinelli (dal 37’st De Vitis), Bruscagin, Insigne, Buonaiuto (dal 13’st De Giorgio), Corvia. A disp.: Grandi, Maciucca, Rocca, Coppolaro, Rolando, Negro. All.: Vivarini.

Novara: Da Costa, Troest, Lancini, Scognamiglio, Dickmann, Cinelli (dal 5’st Orlandi), Casarini, Chiosa (dal 14’st Kupisz), Sansone, Macheda (dal 37’st Adorjan), Galabinov. A disp.: Montipo’, Di Mariano, Malberti, Selasi, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia

Arbitro: Baroni di Firenze. Assistenti: Disalvo di Barletta (BT) e Colarossi di Roma 2. Quarto uomo: Balice di Termoli (CB).

Marcatori: 42’st Galabinov (NO)

Ammoniti: Troest (NO), Bandinelli (LT), Cinelli (NO), Nica (LT), Garcia Tena (LT), Macheda (NO), Kupisz (NO), Galabinov (NO)

Espulsi: 46’st Insigne (LT) per proteste

LE VOSTRE OPINIONI

commenti