Latina, gli studenti dell’Artistico in giuria per il “film dell’anno”

358
La locandina del film Fiore

Il liceo Artistico di Latina aderisce al progetto nazionale “Fuori Orario” e coglie l’opportunità di portare il cinema italiano a scuola, tra passato e presente. Gli studenti di Latina entrano in questo modo all’interno di una rete di spettatori distribuita sull’intero territorio nazionale, che li vedrà attivi all’interno di una giuria popolare informata, preparata, sensibile, critica, attenta.

Il progetto

L’obiettivo della Rete degli Spettatori – spiegano i promotori dell’iniziativa – condiviso dal liceo Artistico, è utilizzare il cinema come strumento finalizzato a contribuire alla creazione di una coscienza civica delle nuove generazioni, un passaggio strategico nel più ampio orizzonte di educazione alla cittadinanza di cui la scuola da sempre si fa portatrice e che in questo progetto trova una naturale prosecuzione. Alla fine del progetto gli studenti, insieme ai loro 4000 colleghi sparsi in varie regioni italiane, saranno chiamati a far parte di una giuria per decretare il “Film dell’Anno della Rete degli Spettatori”.

L’appuntamento all’Oxer di Latina

Sabato 18 Febbraio, alla presenza del dirigente scolastico Walter Marra, e di alcuni rappresentanti delle istituzione e degli enti locali, 300 studenti parteciperanno presso il Multisala Oxer alla proiezione del film Fiore di Claudio Giovannesi presentato alla Quinzaine des Réalisateurs dell’edizione del 2016 del Festival di Cannes. Sarà ospite dell’evento Daphne Scoccia, la protagonista del film, che incontrerà i ragazzi prima e dopo la proiezione.

 

Fuori Orario fa parte del programma annuale dal titolo A tutto schermo che unisce circa 200 sale italiane per creare una rete di diffusione di cinema indipendente e di qualità. La Rete degli Spettatori opera dal 2011 a livello nazionale per la promozione del cinema di qualità. Ha collaborato con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 2015 ha realizzato più di 300 proiezioni alla presenza dell’autore o di un rappresentante del cast artistico. Roberto Andò, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Mimmo Calopresti, Francesca Comencini, Ivan Cotroneo, Emanuele Crialese, Emma Dante, Davide Ferrario, Marco Tullio Giordana, Claudio Giovannesi, Daniele Luchetti, Mario Martone, Gianfranco Pannone, Alessandro Piva, Marco Risi, Paolo Sorrentino, Vittorio e Paolo Taviani, Maria Sole Tognazzi, Paolo Virzì, Edoardo Winspeare sono solo alcuni degli autori che hanno aderito a questo progetto.

Un’occasione di crescita per il liceo Artistico

 “Il partenariato tra il liceo Artistico Statale e la Rete degli Spettatori coordinata da Simone Moraldi, dottore di ricerca in Pedagogia del Cinema, è occasione di crescita e motivo di prestigio per tutto l’istituto – commentano gli organizzatori dell’evento – proprio in una fase di rilancio dell’istruzione artistica nel Comune di Latina con tutte le attività in essere e con tutte le potenzialità da esprimere con la sempre entusiasta e solerte collaborazione del personale e delle famiglie”.

La rete degli spettatori

 Con un circuito di 200 sale cinematografiche, l’associazione romana Rete degli Spettatori, si impegna a sostenere i capolavori del cinema d’autore e del cinema indipendente tramite la proiezione dell’opera. I film di qualità del nuovo cinema indipendente godono così di uno spazio privilegiato accanto ai classici del cinema e gli studenti delle classi aderenti hanno la possibilità di fruire di un programma ricercato e al tempo stesso alternativo. La selezione dei film, infatti, è il risultato della riflessione attenta dei migliori critici cinematografici italiani, tra cui Valerio Caprara, Alberto Crespi, Emiliano Morreale, Gabriele Niola e Daria Pomponio, i quali hanno scelto opere che affrontano temi cruciali della storia e della società nostrana, esprimendo, dunque, un’istanza di approfondimento e di conoscenza che investe l’esercizio stesso dei diritti di cittadinanza, dal momento che ormai l’informazione e la manipolazione dell’opinione pubblica passano principalmente attraverso il linguaggio audiovisivo.

I titoli selezionati per il biennio sono: Fiore di Claudio Giovannesi, 2016, La bella gente di Ivano De Matteo, 2009, L’intervallo di Leonardo di Costanzo, 2012, Arianna, di Carlo Lavagna, 2015

I titoli selezionati per il triennio sono: Fiore di Claudio Giovannesi, 2016, La Battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, 1966, Una giornata particolare di Ettore Scola, 1977, Dustur di Marco Santarelli, 2015.

Il progetto è corredato da schede di approfondimento, bibliografie e filmografie destinate ai docenti e agli studenti con lo scopo di introdurre sia i film che i temi cruciali in essi trattati. Per ogni film, infatti, sono previsti due incontri: uno di preparazione e uno di riflessione successivo alla visione. Ogni studente partecipa al progetto versando 4,00 € a proiezione comprensivi di tutte le spese. Si tratta di un contributo calcolato sulla base del principio di remunerazione degli aventi diritto e di tutte le figure professionali coinvolte nella realizzazione, nella produzione e nella distribuzione del prodotto cinematografico. Il pubblico di Fuori Orario avrà, inoltre, le possibilità di confrontarsi con registi, sceneggiatori e attori e di essere seguito in una serie di attività didattiche concordate con il team di docenti coordinato dalla professoressa Alessandra Iori e orientate a rendere gli allievi protagonisti del processo di comprensione dei livelli estetici, stilistici, narrativi dei film proposti con tutte le loro competenze.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti