Sabaudia, l’agricoltura prima di tutto: Capriglione promette un super assessorato

Pasquale Capriglione

L’amministrazione comunale di Sabaudia con targa Capriglione sarà caratterizzata anche da un super assessorato all’agricoltura. Parola del candidato sindaco che nell’ipotesi di una vittoria elettorale promette “un adeguato budget, con professionalità idonee ad assistere il mondo agricolo nella complessità del mercato globale e del complesso quadro normativo”.

Pasquale Capriglione, che come è noto è sostenuto dall’ex primo cittadino Maurizio Lucci, affronta il tema con “un ragionamento profondo”: “Il successo dell’iniziativa della BCC dell’Agro Pontino – afferma – sta aprendo scenari positivi. Il convegno prima, le dichiarazioni del presidente e del direttore, nonché la visita a Berlino di una folta delegazione di produttori dell’Agro-Pontino, sta evidenziando l’importanza e la necessità di un sostegno all’agricoltura che è forza trainante della nostra economia. La promozione della conoscenza non solo delle tecniche agronomiche, che ormai oltre all’esperienza dei nostri agricoltori necessitano dell’assistenza di tecnici qualificati, ma principalmente l’agricoltura pontina per imporsi definitivamente a livello nazionale ed europeo deve lavorare su molti aspetti quali. La capacità di sviluppare politiche di marketing e post marketing, idonee a raggiungere tutte le piazze potenzialmente interessanti. Dovrà essere garantita anche, a nostro modo di pensare, una rete di protezione per il default di qualche cliente importante con l’assistenza finanziaria sulla scorta di alcune azioni che lo stato centrale fornisce alle grandi imprese esportatrici. Trovare metodiche per sviluppare ricerca e sinergie intorno ai grandi centri di costo, quali, per esempio, l’energia. Interventi per favorire l’ospitalità di lavoratori stagionali prevalentemente extracomunitari. In ultimo, non per importanza, i grandi temi ambientali, che dovranno essere affrontati con lungimiranza ma anche con realismo in una più ampia prospettiva a difesa della peculiarità del nostro territorio”.

“Per tutti questi motivi – continua Capriglione -, la vicinanza reale al mondo dell’agricoltura, oggetto periodicamente di qualche frecciata velenosa e di tanti silenzi sarà, dalla nostra forza politica, enfatizzata con alcuni interventi cardine come ricreare all’interno dell’Ente Comunale un Assessorato all’agricoltura e dotandolo di un adeguato budget, con professionalità idonee ad assistere il mondo agricolo nella complessità del mercato globale e del complesso quadro normativo. Inoltre questo Assessorato, nel quadro delle competenze comunali, dovrà anche risolvere i problemi degli ex agricoltori che, una volta pensionati, vedono modificati ipso facto i rapporti con le imposte per i servizi comunali per i locali già strumentali. Imposte che gravano enormemente erodendo il reddito da pensione. La coalizione che guido ritornerà ad occuparsi in modo serio dei problemi delle campagne. Abbiamo le competenze, gli uomini e le idee. E le verifichiamo con il confronto continuo tra la gente, non chiusi nella torre d’avorio di club esclusivi. L’Ente Comunale, sotto la mia guida, sarà lieto di cooperare a 360 gradi a livello istituzionale, con la progettualità che verrà messa in campo per il sostegno a questo importante comparto del nostro territorio”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti