Latina, formazione e teatro per i bambini di “Al Karama” nel plesso di Borgo Bainsizza

Progetti ed iniziative totalmente gratuiti ed offerti a tutti i bambini, nessuno escluso, fanno della scuola primaria di Borgo Bainsizza un esempio di educazione scolastica inclusiva e progettuale. Il plesso di Borgo Bainsizza, dell’istituto comprensivo “Vito Fabiano” di Borgo Sabotino, infatti, in un momento storico difficile e complesso come quello attuale, offre alle famiglie, grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale, ma anche e soprattutto delle associazioni di volontariato che operano sul territorio locale, il diritto alla formazione scolastica e non solo, ai bambini e alle bambine del campo di accoglienza “Al Karama”, una preziosa opportunità di crescita civile e culturale.

“L’obbiettivo della scuola, la scommessa – come si legge in una nota –  scaturisce dalla volontà di garantire il diritto costituzionale all’istruzione ed includere bambini e bambine del campo Al Karama nella scuola per offrire loro un’opportunità di crescita civile e culturale. Fondamentale in questa operazione è il contributo dell’Associazione Zai Saman- Casa dei diritti sociali che ha assicurato la presenza di due giovani volontari che hanno seguito quotidianamente i piccoli allievi e tenuto i contatti con le famiglie nell’ esplorazione di un mondo che alcuni di loro non avevano mai conosciuto”.

L’attività teatrale è curata dalla Compagnia “Opera prima”, che da tempo allestisce laboratori teatrali nelle scuole, ha avviato la sua attività di pedagogia teatrale in tutte le classi del plesso. In assonanza con l’attività di teatro è l’intervento dell’Associazione Zooa, che si pone l’obiettivo di promuovere il benessere psicofisico delle persone, attraverso la relazione e il rapporto con la natura e gli animali. Di tale attività beneficeranno tutti gli allievi della scuola di Borgo Bainsizza. Le tre operatrici dell’associazione favoriranno, coi bambini e le bambine, ed attraverso il rapporto simbolico col mondo animale l’accettazione e la condivisione delle diversità. Ancora la Sezione Giovani della Croce Rossa, ha avviato attività rivolte alle cinque classi. “Siamo favolosi” per favorire le relazioni fra i bambini, educazione alimentare ed educazione stradale.

Un’occasione di riscatto per la scuola di Borgo Bainsizza, che in passato è stata spesso dimenticata, e che ora grazie all’entusiasmo e alla competenza della dirigente Elisabetta Burchietti e del corpo docente, sta realizzando importanti traguardi in collaborazione con gli assessorati alla cultura, ai servizi sociali e alle associazioni di volontariato che hanno contribuito alla crescita dell’offerta formativa a disposizione degli iscritti.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti