Latina, il Comune rivede le tariffe per l’utilizzo dei teatri comunali

303

E’ stato approvato con una delibera del 21 febbraio della Giunta comunale il nuovo piano tariffario giornaliero per l’utilizzo dei locali del Palazzo della Cultura di Latina.

“Su indicazione degli assessorati al Bilancio e alla Cultura – spiega l’amministrazione – è stato rivisto l’ultimo aggiornamento del piano tariffario effettuato durante la gestione commissariale (approvato con delibera di Giunta n°66 del 26 febbraio 2016) per consentire un utilizzo delle sale teatrali più ampio e flessibile assicurando comunque un’adeguata copertura dei costi”.

I costi

L’utilizzo per una giornata del Teatro D’Annunzio costerà 1.400,00 euro, con una riduzione rispetto alla tariffa precedente pari a circa 200,00 euro stabilita – si legge nella delibera, anche alla luce della capienza momentaneamente ridotta; 600,00 euro è il costo previsto per il Cafaro, contro i 534,00 del piano tariffario precedente; 250 e 150 euro sono gli importi previsti per i rispettivi foyer (a tutti gli importi citati va aggiunta l’Iva).

Riduzioni per le associazioni

Per l’uso dei Teatri il precedente piano prevedeva uno sconto del 30% ad associazioni di promozione sociale e di volontariato iscritte al Registro comunale. Secondo l’adeguamento approvato ieri in Giunta, invece, verrà applicata una riduzione delle tariffe che varia dal 50 all’80% in base ai soggetti richiedenti e al tipo di evento proposto. In particolare, è prevista una riduzione dell’80% per eventi organizzati da enti pubblici e da organismi privati partecipati dal Comune. La riduzione sarà del 70% per spettacoli di beneficienza il cui ricavato sia destinato a progetti sostenuti dal Comune oppure per rassegne tradizionali e di particolare interesse artistico appositamente approvate dalla Giunta municipale. Gli eventi promossi da associazioni senza scopo di lucro beneficeranno di uno sconto del 50%. La gratuità è prevista solo per eventi organizzati dal Comune a fini istituzionali.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti