Latina, Musicco dell’Avisl sulla morte di Zazzetti: barbaro e brutale omicidio stradale

Massimiliano Zazzetti

“Il barbaro e brutale omicidio stradale di Massimiliano Zazzetti lascia senza parole”. È questo il commento a caldo dell’avvocato Domenico Musicco, presidente dell’Avisl (Associazione Vittime incidenti stradali sul lavoro e malasanità), che interviene sulla tragica vicenda che ha colpito la famiglia Zazzetti. “Ho letto con sorpresa – continua Musicco – che il responsabile si è costituito ieri mattina e che al momento pare sia stato accusato di omicidio colposo. Ci troviamo invece difronte ad un pirata della strada che ha lasciato morire in un canale una persona, senza nemmeno fermarsi a prestare i dovuti soccorsi. Troppo facile il giorno dopo presentarsi in Procura assistito dai propri legali e raccontare di non essersi accorto della gravità della propria condotta, realizzando solo il giorno dopo di aver ucciso un uomo leggendo i giornali. In questo senso la legge sull’omicidio stradale, per la quale tanto ci siamo battuti negli ultimi anni, può sicuramente aiutare il corso della giustizia con pene severe e adeguate alla gravità del gesto commesso. Alla famiglia Zazzetti – conclude Musicco – non mancherà di certo il pieno sostegno dell’Avisl perché possa avere giustizia per la scomparsa del loro caro Massimiliano”.

I funerali di Massimiliano Zazzetti, 54enne di Latina, travolto e ucciso lunedì mattina da un furgone condotto da un imprenditore 50enne ora indagato, avranno luogo domani alle 15.30 nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù a Borgo Sabotino. L’uomo che lascia la moglie e tre figli era stato investito e abbandonato in un fosso nei pressi dell’ex centrale nucleare a poche centinaia di metri del borgo alle porte del capoluogo pontino.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti