Latina, al via “M’illumino di meno”. L’impegno del Comune sul fronte del contrasto all’inquinamento luminoso

«Con l’adesione alla campagna radiofonica ‘M’illumino di meno’ inizia un percorso che vedrà il Comune di Latina impegnato per l’applicazione della legge regionale n°23 del 2000 contro l’inquinamento luminoso e in un’opera di sensibilizzazione al risparmio energetico, a tutela del nostro ambiente e della nostra salute». Il capogruppo di Lbc in Consiglio comunale Dario Bellini ha ribadito le ragioni che hanno portato l’Amministrazione a sposare l’iniziativa promossa dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio2 nel convegno che si è tenuto oggi nella sala Enzo De Pasquale del Comune con cui si è aperta la due giorni di iniziative organizzate per la 13esima edizione di “M’illumino di meno”.

“Proprio in questi giorni – ha sottolineato nel corso del convegno l’assessore all’Ambiente Roberto Lessio – “festeggiamo” l’approvazione all’unanimità del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) avvenuta il 18 febbraio 2014 con delibera di giunta n°5. Un Piano ambizioso che prevede la riduzione del 31,11% delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, dove tale riduzione è la risultante tra le emissioni misurate nel 2008 e quelle che si registreranno nel 2020. Per la sola misura dell’illuminazione pubblica è prevista una riduzione delle emissioni di CO2 del 61,54%, passando da 6.212 tonnellate a 2.389”.

L’Amministrazione Comunale ha già iniziato ad attuare alcune misure nell’ambito del Paes tra le quali rientra la forestazione urbana avviata con la messa a dimora di 300 nuovi alberi dei mille da piantumare in città entro la fine dell’anno. “In particolare – ha spiegato Lessio – sono stati realizzati nel 2014 due impianti fotovoltaici presso la scuola primaria Mazzini di Borgo San Michele e la scuola dell’infanzia di Borgo Santa Maria. Si è poi provveduto all’efficientamento degli impianti semaforici con sostituzione delle lampade ad incandescenza con lampade a LED, un intervento che ha determinato una riduzione dei consumi energetici pari all’85,27%. Si sta inoltre studiando un nuovo modello progettuale con la realizzazione di impianti fotovoltaici abbinati a sistemi di stoccaggio energetico (delle vere e proprie batterie) per gli ambienti di proprietà comunale. Il tutto nella consapevolezza che da simili misure ci guadagnano ambiente ed economia”.

“Un tempo il tema dell’inquinamento luminoso era appannaggio di scienziati e astronomi – ha ricordato il sindaco Damiano Coletta – oggi è entrato a far parte della cultura quotidiana. C’è un’attenzione crescente alla problematica e all’opportunità di limitare le emissioni di luce. Come Amministrazione ci stiamo attivando per cambiare la rete di illuminazione pubblica passando ad un sistema di impianti totalmente a LED con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento luminoso e perseguire un risparmio energetico ed economico”.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti