Dellafiore agguanta il Cesena: per il Latina è un pareggio da non disprezzare

349

Dopo la Ternana…altro spareggio-salvezza per il Latina: arriva al Francioni il Cesena che, costruito per recitare un ruolo da protagonista, condivide con i nerazzurri il quint’ ultimo posto della classifica. Per la serie, “squadra che vince non si cambia”, Vivarini conferma la formazione che ha sbancato Terni, con Bandinelli nel ruolo di esterno alto e il rientrante Insigne in panchina.

Primo tempo

Partono bene i romagnoli ma al 9′ è il Latina a rendersi pericoloso con Buonaiuto che, lanciato nello spazio da Bandinelli, spara su Agliardi in disperata uscita. Al 10′ Pinsoglio respinge “platealmente” un fendente da distanza di Ciano. Ritmi subito sostenuti ed incontro piacevole, tra squadre che danno l’ impressione di non accontentarsi. Brivido al 16′ per il Latina: su punizione di Ciano, sponda di testa sul secondo palo di Kone’ per Garritano che, dal centro dell’ area, batte a colpo sicuro con Di Matteo che salva sulla linea. Dopo una fase giocata prevalentemente a centrocampo, torna a pungere al 28′ il Cesena, cross dalla sinistra di Garritano respinto da Pinsoglio sui piedi di Setola che, da ottima posizione, calcia fortunatamente alto. Ripartenza del Latina con Buonaiuto al 32′ che, dopo essere arrivato al limite dell’ area, invece di servire Bandinelli solissimo in posizione ottimale, opta per un tiro inguardabile che si spegne lontano dai pali di Agliardi. Le squadre sembrano già lunghe e ci sono frequenti ribaltamenti di fronte. Su uno di questi, Ciano serve Renzetti sull’ out di sinistra, cross pericoloso e Ciano, indisturbato sul secondo palo, trafigge troppo comodamente Pinsoglio. E’ sempre la fascia destra quella dove il Latina subisce di più, con Bruscagin costantemente messo in mezzo tra Ciano e Renzetti. Prima frazione che si chiude con il meritato vantaggio dei romagnoli su un Latina che dovrà essere più aggressivo e determinato per provare a recuperare il risultato.

Secondo tempo

Il Latina non riesce a rendersi pericoloso e al 9′ Vivarini si gioca la carta Insigne, che prende il posto di Di Matteo: Rocca prende il suo  posto a sinistra mentre Bandinelli ritorna (finalmente) a centrocampo. E’ però il Cesena a sfiorare il raddoppio al 13′ con Garritano, sul quale Pinsoglio salva in disperata uscita. I nerazzurri non riescono purtroppo a cambiare ritmo e prendere in mano il pallino del gioco e anzi sono gli ospiti a menare le danze e dare l’ impressione di poter chiudere i giochi. Ma, all’ improvviso, cross dalla destra di Insigne e, sul secondo palo, Dellafiore colpisce di testa e agguanta il pareggio!!! Un lampo proprio quando il pubblico cominciava a spazientirsi…Reazione furiosa del Cesena e al 29′ l’ ex Crimi impegna Pinsoglio con un bolide dai 25 metri. La rete ha ravvivato un match soporifero e l’ impressione è che potremmo assistere ad un finale di fuoco. Brivido al 44′ quando Panico, appena entrato al posto di Ciano, timbra la traversa con un gran tiro da fuori! Ci prova nel finale il Latina ma non basta e l’ incontro si chiude con un pareggio che, per come stavano andando le cose, non è da disprezzare. Per il futuro servirà però una squadra più aggressiva per provare a uscire dalle sabbie mobili della classifica.

LATINA – CESENA 1 – 1

Latina: Pinsoglio, Brosco, Dellafiore, Tena, Bruscagin (dal 43’st Rolando), De Vitis, Rocca, Di Matteo (dal 9’st Insigne), Bandinelli, Buonaiuto (dal 24’st De Giorgio), Corvia. A disp.: Grandi, Regolanti, Mariga, Jordan, Coppolaro, Nica. All.: Vivarini.

Cesena: Agliardi, Perticone, Rigione, Donkor, Setola, Garritano (dal 46’st Laribi), Crimi (dal 36’st Schiavone), Kone’, Renzetti, Ciano (dal 41’st Panico), Cocco. A Disp.: Agazzi, Falasco, Vitale, Capelli, Ligi, Di Roberto. All.: Camplone

Arbitro: Saia di Palermo. Assistenti: Caliari di Legnago (VR) e Muto di Torre Annunziata (NA). Quarto uomo: Chiffi di Padova.

Marcatori: 39′ Cocco (CE), 25’st Dellafiore (LT)

Ammoniti: Brosco (LT), Bruscagin (LT), Rigione (CE), Schiavone (CE)

LE VOSTRE OPINIONI

commenti