Latina, Antoci ripristina i parcheggi ad personam per disabili: erano stati aboliti nonostante siano previsti per legge

A Latina cancellati i parcheggi ad personam per disabili, il consigliere comunale Salvatore Antoci si mobilita per il ripristino. “Alcuni giorni fa – spiega l’esponente di Lbc – ho saputo che a un disabile, titolare di una attività commerciale in una strada del centro, è stato negato il diritto di avere riservato un posteggio. Mi sono subito recato nell’ufficio preposto ed ho appreso dal funzionario che anni fa un dirigente ha abolito tale diritto, tanto che oggi non esiste nemmeno il modulo per fare la domanda”.

“L’articolo 188 del Codice della strada e l’articolo 381 del Regolamento di esecuzione del Codice della strada prevedono che un disabile abilitato alla guida e munito dell’apposito contrassegno previsto dalla legge 104 del 1992, abbia diritto – spiega Antoci – ad avere assegnato un parcheggio disabili personale nei pressi della sua abitazione e/o del luogo di lavoro se non esistono spazi interni (ad esempio un cortile condominiale) che possano consentire la sosta della sua autovettura”.

“La storia ha del paradossale – commenta Antoci – poiché un dirigente comunale, oltre a non poter emanare dei provvedimenti che contrastano con una legge dello Stato, dovrebbe avere la sensibilità di agevolare le categorie deboli e non di vessarle oltremodo. Ovviamente ho intrapreso tutte le azioni necessarie affinché al più presto a Latina vengano ripristinati per tutti gli aventi diritto i parcheggi disabili ad personam. Come è nella cultura politica di Latina Bene Comune, non ci si limita a risolvere il problema del singolo (magari facendolo passare come favore personale) ma si prende spunto dal caso singolo per tutelare i diritti di tutti e perseguire il bene comune dell’intera collettività”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti