Sermoneta, nuovi appartamenti popolari per le famiglie in emergenza abitativa

Sono in corso i lavori per il completamento di cinque appartamenti di proprietà comunale, che saranno destinati alle famiglie in emergenza abitativa. L’Amministrazione comunale è riuscita a dirimere una questione che si trascinava da tempo e, con questi cinque appartamenti da mettere a disposizione di coloro che sono in attesa di un alloggio pubblico, darà una importante, seppur minima, risposta a quanti sono in stato di bisogno.
La questione affonda le radici in un vecchio finanziamento regionale per la ristrutturazione di Palazzo Scatafassi, in corso Garibaldi nel centro storico di Sermoneta. I lavori, appaltati una prima volta nel lontano 2000, si erano interrotti per un contenzioso dell’amministrazione dell’epoca con la ditta appaltatrice. I tempi della giustizia italiana, si sa, sono eterni. I lavori erano fermi dal 2013 per i mancati pagamenti da parte della Regione, tramite l’Ater. Insieme all’ufficio tecnico comunale è stata trovata la soluzione, anche grazie all’impiego di fondi comunali, presentando progetti per “stralci funzionali”, arrivando così al completamento dei primi quattro appartamenti entro la fine della primavera ed un quinto entro l’estate.
Il progetto iniziale prevedeva un totale di nove appartamenti: i quattro rimanenti saranno realizzati intercettando altri fondi sovra comunali.
“Andiamo a completare in questo modo un’opera attesa da tempo – spiegano il sindaco Claudio Damiano e l’assessore ai Lavori Pubblici Gilberto Montechiarello – e che ha il duplice scopo di abbattere la lista di coloro che attendono una casa popolare, ma anche di portare nel centro storico cinque nuovi nuclei familiari”.
L’assegnazione degli appartamenti avverrà in base alla graduatoria degli aventi diritto, sulla base anche della composizione del nucleo familiare rapportato alla grandezza degli appartamenti, di poco superiori ai 50 metri quadri ciascuno.
Le graduatorie vengono aggiornate due volte l’anno, sulla base delle domande che pervengono all’ufficio Casa del Comune di Sermoneta.
“L’attenzione sull’utilizzo delle case popolari del nostro territorio da parte dei legittimi assegnatari è sempre alta – conclude il Sindaco Damiano –. Negli scorsi mesi una casa Ater di Sermoneta, occupata in maniera abusiva da una persona senza titoli, è stata sgomberata ed assegnata all’avente diritto, anche sulla scorta del protocollo d’intesa firmato tra la Questura di Latina e l’ente gestore degli alloggi popolari. Ai soprusi si risponde con la legalità ed il rispetto delle regole”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti