Economia, più garanzie alle imprese: accordo tra Banca e Confidi Lazio

402

Una nuova convenzione è stata sottoscritta presso la sede centrale della Banca Popolare del Lazio dal direttore generale Massimo Lucidi e dal presidente di Confidi Lazio Alessandro Casinelli, che ha lasciato da pochi giorni l’incarico. L’accordo si prefigge di risponde alla necessità di agevolare la concessione di garanzie a favore delle piccole e medie imprese della Regione tramite Confidi Lazio, intermediario finanziario (ex articolo 112 Tub), che opera nel settore da oltre 40 anni, vantando più di 1500 aziende associate e la concessione di garanzie per lo sviluppo delle piccole e medie imprese per oltre 30 milioni di euro.

La convenzione prevede il rilascio di garanzie per operazioni in conto corrente (cassa, smobilizzo di crediti sbf e anticipi su fatture); anticipi import ed export; finanziamenti in forma di mutuo, a breve e medio termine destinati a specifiche necessità come sostegno del circolante aziendale (scorte, debiti di funzionamento e liquidità a breve termine) – investimenti, capitalizzazione aziendale, consolidamento delle passività e liquidità a medio termine.

Le condizioni economiche, completamente riviste ed aggiornate, saranno di sicuro interesse per le aziende associate al Confidi Lazio”, – ha dichiarato il direttore generale Massimo Lucidi, – “questa nuova convenzione, peraltro, rappresenta una conferma dell’ottimo lavoro che da diversi anni stanno sviluppando le nostre filiali e le sedi provinciali del consorzio di garanzia, d’intesa con le rappresentanze locali di Federlazio”.

Il neo presidente di Confidi Lazio Carmine Polito, che ha tenuto a precisare come quanto sottoscritto sia in linea con la politica intrapresa dal suo predecessore, sottolinea che “questo nuovo accordo con la Banca Popolare del Lazio permette a Confidi Lazio di arricchire la propria proposta al servizio delle imprese del territorio nella gestione del credito bancario, mirando alla tenuta economica di una Regione che dovrà continuare a svolgere un ruolo determinante per il progresso economico del nostro paese”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti