Sabaudia, “Non solo venere, non solo madre 3.0” al museo Greco l’immagine della donna nell’arte contemporanea

337

“Non solo venere non solo madre 3.0” è il titolo della mostra organizzata e ospitata dalla Fondazione Marcello Zei di San Felice Circeo e dal Museo Contemporaneo MADXI di Latina ed ora nella versione 3.0 al Museo Emilio Greco di Sabaudia.

L’esposizione, ideata da Fabio D’Achille, ideatore e curatore di MAD museo d’arte diffusa, ha come obiettivo quello di creare un ponte immaginario tra l’arte più antica e quella recente attraverso gli “occhi delle donne”. Partendo dalle veneri preistoriche si è voluto infatti creare un confronto con l’arte contemporanea. Recenti teorie, basate su studi e lunghe ricerche rivoluzionano l’idea che l’Arte sia sempre stato quasi esclusivamente appannaggio maschile. Apparterrebbero ad esempio ad alcune donne preistoriche, vissute 25mila anni fa, le mani fissate sulle pareti delle grotte francesi di Peche Marle e Gargas. Donne che creano arte e donne che ispirano l’arte, sin dal periodo preistorico, in un primitivo al femminile, dove la figura della donna assume una sua simbologia forte e le Veneri di pietra ne emanano la potenza, quella stessa della natura di dare la vita e trasformarla, permettendole di perpetuarsi. Donne fondamentali per l’uomo di millenni fa, incarnazione della Dea Madre. Studi interessanti si addentrano ai giorni di oggi nel pensiero per immagini e nel mondo dell’arte, dall’inizio dell’umanità, in un viaggio nel tempo che arriva ad abbracciare epoche diverse, e incontra anche l’ingegno di donne che hanno inciso sulla Storia dell’Arte come Artemisia Gentileschi, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Frida Kahlo.

Il terzo momento espositivo sarà a Sabaudia, al Museo Emilio Greco ed inaugurerà sabato 11 marzo (la mostra sarà visitabile vino al 26 marzo 2017) e in questa occasione verrà celebrato il decennale della rassegna Mad Donna ospitata per nona volta nella città di Sabaudia grazie alla collaborazione attiva della Federazione locale della Fidapa e Daniela Picciolo già assessora alle Pari Opportunità dello stesso Comune.

Tra le artiste contemporanee ad esporre le loro opere Paola Acciarino (Latina), Evita Andujar (Spagna), Valentina Bartolotta (Latina), Natasha Bozharova (Bielorussia), Francesca Fini (Roma), Aldamaria Gnaccarini (Latina), Emilia Isabella (Latina), Anja Kunze (Germania), Monica Menchella (Latina), Lara Pacilio (Roma), Roberta Pugno (Bolzano), Claudia Quintieri (Roma), Maria Gloria Sirabella (Roma), Maria Antonietta Scarpari (Ancona) e Daisy Triolo (Sabaudia).

La mostra ha il patrocinio della Provincia di Latina e del Comune di Sabaudia e gode del sostegno della BBBC del Circeo.

Segnaliamo inoltre l’evento collaterale di MAD DONNA a Nettuno a Forte Sangallo che vede impegnate in una bipersonale le artiste Rosy Losito e Lucia Finocchito dal fino a domenica 12 marzo 2017 con le mostre di pittura “Trasmutazioni” e fotografia “E-motion” semre a cura di Fabio D’Achille.

Contatti: e-mail eventi@madarte.it – www.madarte.it

LE VOSTRE OPINIONI

commenti