Natalità, il senatore pontino Moscardelli relatore del disegno di legge

Matteo Renzi ha indicato il tema della natalità come strategico per il futuro dell’Italia. A Torino, alla riunione nazionale in sostegno della sua candidatura a segretario del PD, la questione natalità è stata posta con forza e la legge a prima firma del senatore Stefano Lepri, sottoscritta da 50 senatori Pd, è stata indicata come provvedimento da approvare dall’economista Tommaso Nannicini che coordina il programma della mozione.

“Sono il relatore di maggioranza di questo disegno di legge – ha dichiarato il senatore pontino Claudio Moscardelli -. Un sostegno ‘universale’ dal fisco per i figli a carico, che raggiunga anche autonomi e incapienti. La commissione Finanze del Senato ha ripreso dopo diversi mesi l’esame del ddl delega Lepri. La prossima settimana si votano gli emendamenti  e visto il consenso registrato al Lingotto si punta a chiudere al più presto. Resta il nodo coperture, visto che la proposta aggiunge 4 miliardi di euro ai 19 che oggi si spendono per i vari assegni familiari che sarebbero riassorbiti dal nuovo strumento. La delega indica un sistema di ‘decalage’ (fino ai 3 anni un sostegno più cospicuo, un sostegno ancora forte tra i 3 e i 18 che viene limato fino ai 26 anni), abolisce i vari assegni per il nucleo familiare e lega il nuovo beneficio all’Isee. Fino a 30mila euro di soglia Isee l’assegno sarebbe uguale per tutti per poi calare nella fascia tra 30 e 50mila euro di soglia Isee. Previsto un innalzamento di 5mila euro della soglia per ogni figlio ulteriore”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti