Circeo, il nuovo volto del Ballarin con il Coni Servizi: appaltato il primo lotto, approvato il secondo stralcio

652

Appaltate le opere relative al primo stralcio del progetto di riqualificazione a ampliamento del “Ballarin” di Mezzomonte a San Felice Circeo, l’amministrazione comunale due giorni fa ha approvato – in sede di Consiglio – il secondo stralcio in variante urbanistica che prevede la realizzazione di un nuovo campo di calcio e di servizi e infrastrutture aggiuntivi che andranno a modificare completamente l’impianto sportivo. Il progetto complessivo, redatto dal Coni Servizi, prevede anche un terzo stralcio, in project financing, per la realizzazione di una vasca olimpionica corta o di una palestra per diverse attività sportive.

Il primo lotto, il cui progetto definitivo è stato redatto dall’ufficio tecnico del settore Lavori pubblici del Comune di San Felice Circeo, è stato appaltato con un ribasso del 30% a 635mila euro e prevede il rifacimento dello storico campo di calcio, attualmente omologato fino alla serie D, la copertura delle tribune e interventi di manutenzione straordinaria degli spogliatoi. Il secondo lotto – la progettazione definitiva è stata affidata all’architetto Piero Massimo Cerasoli – che ha appena ricevuto l’ok unanime del Consiglio comunale (la minoranza era assente alla seduta del 15 marzo 2017), prevede l’acquisizione di terreni confinanti per la realizzazione di un secondo campo di calcio di dimensioni inferiori a quello già presente per gli allenamenti, di uno spazio polivalente coperto per discipline indoor (pallavolo, pallacanestro, pallamano, etc), l’ampliamento di via Campo Sportivo e di via del Fringuello dove verrà collocato il secondo ingresso del polo sportivo “Ballarin” e la realizzazione di un’area parcheggi. In questo caso il costo stimato dell’opera è di 595mila euro; somma che costituirà la base d’asta per l’appalto dei lavori. Dunque, l’amministrazione comunale guidata da Gianni Petrucci – il cui mandato volge a conclusione – in fatto di impiantistica sportiva ha compiuto un passo importante, aggiungendo alla positiva riqualificazione del Ballarin anche la realizzazione della struttura polisportiva di Borgo Montenero.

Il completamento, adeguamento funzionale e ampliamento del centro sportivo comunale “Aldo Ballarin” di Mezzomonte – del quale resta da portare a definizione soltanto il terzo stralcio in project financing (che certo non mancherà nel programma elettorale dell’amministrazione uscente) – è in parte finanziato dagli introiti derivanti dalle terre di uso civico.

La deliberazione del secondo stralcio costituisce motivo di grande soddisfazione dell’amministrazione tutta ed in particolare dell’assessore ai Lavori pubblici Luciano Magnanti. Nel corso del Consiglio, il vice sindaco Eugenio Saputo ha presentato il bilancio di previsione dell’esercizio 2017, tracciando anche una sorta di bilancio dell’amministrazione in carica, mettendo in evidenza la condotta economica tenuta dall’ente in questa consiliatura “ispirata a grande equilibrio e capacità di gestione”. “Un comportamento che ha portato a utilizzare i fondi vincolati (3.624.000,00 euro) per le opere pubbliche – ha ribadito oggi la maggioranza con un comunicato stampa – e non per finanziare spese correnti, come faceva la precedente amministrazione, e ad una riduzione delle spese (telefonia, gestione uffici comunali, energia elettrica) ad una diminuzione delle tariffe relative alla raccolta tra dei rifiuti  a fronte di una elevata qualità del servizio porta a porta. Abbiamo preso atto dell’assenza dei consiglieri di opposizione che, evidentemente, a dispetto di quanto vanno dicendo in campagna elettorale, sono poco interessati a una sana gestione del Comune, allo sport e alla cultura (approvata anche l’istituzione del museo civico, ndr)”.

render fotografico 2

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti