Crisi industriale. Le novità dal governo nel seminario di Unindustria

362

Il 29 marzo, presso la sala della Foresteria dell’abazia di Fossanova, si svolge, a partire dalle 14.30, il seminario promosso da Unindustria su “aree di crisi industriale non complesse: un’opportunità di sviluppo per le aziende laziali”. Tutte le opportunità offerte alle aziende di qualsiasi dimensione e settore derivanti dalle agevolazioni previste dalla legge 189/89 a favore delle aree di crisi industriale non complesse e le agevolazioni varate dal Piano del Governo per incentivare gli investimenti privati su tecnologie e beni 4.0, verranno illustrate nel corso dell’evento rivolto a tutte le aziende laziali organizzato in collaborazione con Deloitte & Touche SpA.

Nel corso del workshop di aggiornamento Carlo Berardelli, partner di Deloitte & Touche Spa  si soffermerà inizialmente sulle agevolazioni previste dalla normativa a favore delle aree di crisi industriale non complesse. Lo strumento è particolarmente interessante, considerando che è prevista anche una percentuale di finanziamento a fondo perduto.

Successivamente Ciro Buccino, esperto Senior Deloitte & Touche Spa approfondirà  le opportunità per l’ Industria 4.0, il Piano varato dal Governo per  Incentivare gli investimenti privati su tecnologie e beni 4.0 ed aumentare la spesa privata in ricerca e sviluppo di PMI e grandi imprese. Tale Piano rappresenta un cambio di passo strategico per rilanciare la competitività delle imprese italiane, grazie alla previsione di incentivi fiscali orizzontali per gli investimenti privati che premiano le aziende innovative.

I saluti iniziali verranno portati dai Presidenti delle aree territoriali di Latina e Frosinone di Unindustria, Giorgio Klinger e Giovanni Turriziani, mentre le conclusioni saranno tratte da Davide Papa, Presidente del comprensorio di Cassino di Unindustria.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti