Pontinia, ok a variante progettuale per l’impianto di produzione biometano ma è giallo sulla proprietà del sito

443

Via libera dalla Provincia di Latina all’istallazione di un impianto di upgrading per la produzione di biometano ed altre modifiche impiantistiche, in variante al progetto già autorizzato a Mazzocchio, nel territorio del comune di Pontinia, su richiesta della “Easy Energia Ambiente srl” con sede a Latina. Acquisiti i pareri favorevoli rilasciati dalla Regione Lazio e dai Vigili del fuoco, espressi a seguito di apposita conferenza di servizi, l’ente di via Costa con determina dirigenziale ha approvato la richiesta di variante al progetto. Ma sul caso si apre un giallo, visto che il sito in questione, foglio 53-particella 108, risulterebbe intestato ad una società di Cisterna e non alla Easy Energia Ambiente. Un dettaglio che renderebbe nulli tutti gli atti autorizzativi rilasciati alla società di Latina. Sul caso è intervenuto l’ecologista Giorgio Libralato, da sempre attento alle questioni relative agli impianti di produzione energetica di Pontinia e dell’intera provincia, con all’oggetto: richiesta di annullamento dell’autorizzazione rilasciata alla Easy Energia Ambiente per mancanza di disponibilità dell’immobile.

L’ambientalista ha inviato una pec alla Provincia di Latina, al Comune di Pontinia, alla Regione Lazio, all’Autorità anticorruzione, al Gestore dei servizi elettrici per verificare se ci sono i presupposti per per l’annullamento in quanto non risulterebbe la disponibilità dell”immobile. In allegato la determina della Provincia e la visura catastale dell’immobile oggetto dell’atto amministrativo. “Si prega di verificare tale situazione – scrive l’ecologista – e, nel caso, annullare l’autorizzazione. Secondo il presidente del Gse, intervenuto in Commissione parlamentare bicamerale contro le ecomafie, il 64% degli impianti energetici sarebbe irregolare. Si prega quindi di verificare”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti