Aprilia, omicidio di via Selciatella: a processo il figlio dell’anziana massacrata di botte

332
Giovanni Zanoli, fotogramma della trasmissione Quinta Colonna

Giovanni Zanoli e Victor Popa, arrestati il 6 luglio e l’8 ottobre 2016 rispettivamente per l’omicidio di Rosa Grossi e il furto nella sua abitazione di via Selciatella ad Aprilia, sono stati rinviati a giudizio. I fatti contestati risalgono alla drammatica notte del 10 giugno 2016 quando Rosa, 87 anni, fu massacrata di botte e lasciata agonizzante. Morirà nella ore successive in ospedale. A dare l’allarme delle gravi condizioni dell’anziana era stato proprio il figlio, giunto in via Selciatella – dirà – per fare visita alla madre. Un racconto smentito dagli inquirenti. Sotto pressione l’uomo, di 62 anni, era crollato davanti alle domande degli inquirenti confessando il delitto per poi ritrattare la sua versione durante l’interrogatorio del Gip. Una difesa impossibile: l’arresto era stato convalidato. Ma in via Selciatella quella terribile notte non era passato solo Zanoli. Tracce di Popa, romeno di 47 anni, erano state rinvenute all’interno dell’abitazione di Rosa Grossi. Dunque il suo arresto a quattro mesi di distanza dall’omicidio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti