Latina, minoranze dal Prefetto per bilancio, commissioni e partecipate. Faloni convocherà il sindaco

337
Il prefetto Pierluigi Faloni

E’ durato quasi due ore il colloquio tra il Prefetto di Latina ed i gruppi consiliari di minoranza al Comune di Latina, svolto nella tarda mattinata di oggi in Prefettura a Latina. Per la seconda volta il Prefetto ha ricevuto i consiglieri comunali per raccogliere le istanze in ordine alla mancata collegialità nelle decisioni più importanti, ma soprattutto per lo scarso ruolo attribuito da LBC ai consiglieri di opposizione. Un disagio ben percepito dal prefetto di Latina Pierluigi Faloni che nel giro di pochi mesi ha consesso due udienze alle minoranze. Un disagio maturato da un “deficit” di confronto democratico, che il Prefetto si è impegnato a voler ripianare rappresentando al sindaco l’esigenza di una migliore convivenza tra le parti, a garanzia dei rispettivi mandati di rappresentanza delle diverse componenti della città. Nei prossimi giorni, quindi, convocherà il primo cittadino Damiano Coletta per un confronto.

Sul tavolo della discussione in particolare i rappresentanti del Pd, Lista Forte, Fratelli D’Italia, Forza Italia, Cuori Italiani, Noi Con Salvini, Lista Calvi e Lista Calandrini hanno portato il bilancio di previsione 2017, lamentando il ritardo del parere espresso dai revisori del conto ed il mancato rinvio del termine per la presentazione degli emendamenti al bilancio come richiesto dai  consiglieri di minoranza.

“Si vuole ledere il diritto delle minoranze e soprattutto non si vuole accettare il nostro contributo ad uno degli atti fondamentali di tutto il comune  – spiegano dai gruppi consiliari di minoranza – Già dal 17 di gennaio scorso avevamo chiesto di portare la discussione del bilancio di previsione nelle commissioni competenti e il sindaco Coletta e la sua maggioranza hanno completamente ignorato le nostre richieste. Non si lavora in questo modo specie dopo aver proclamato da sempre che il consiglio comunale sarebbe stato centrale per tutte le decisioni da assumere. Un consiglio invece che dall’inizio dell’anno si è riunito una volta sola e sempre e comunque con temi da noi richiesti. Non c’è attività di proposta da parte di Lbc e soprattutto non si vuole tenere conto di quanto sia importante il ruolo anche delle opposizioni”.

Lamentele sul tavolo del Prefetto sono arrivate anche per le commissioni consiliari e sulle scelte che si stanno operando in comune per le società partecipate quali Latina Ambiente e Acqualatina. “Per le commissioni ce ne sono alcune che non vengono convocate da settimane – spiegano ancora i consiglieri di minoranza – mentre non si portano in Consiglio temi importanti come il futuro della Latina Ambiente ed Acqualatina, società sulle quali vogliamo dare un prezioso ed utile contributo e soprattutto per un confronto sereno che riguarda non solo i servizi al territorio ma anche e soprattutto il lavoro di tante persone impiegate”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti