Latina, spari davanti alla Facoltà di Medicina: rintracciato a Cisterna l’autore: è un 23enne, i proietti erano a salve

Rintracciato e denunciato l’autore degli spari esplosi questa mattina davanti alla Facoltà di Medicina nel capoluogo pontino. Si tratta di un 23enne di nazionalità romena, fermato intorno alle 12.30 a Cisterna di Latina. L’auto Renault notata all’incrocio tra corso della Repubblica e viale XVIII Dicembre a Latina è stata intercettata dagli agenti del Commissariato di Cisterna, grazie alle immediate informazioni fornite dai colleghi della Squadra Mobile, fermata e sottoposta a perquisizione: rinvenuta una riproduzione di una pistola 92/SF a salve con numerosi proiettili a salve. A questo punto la Polizia ha proceduto anche ad una perquisizione domiciliare a carico del 23enne: all’interno del garage della sua abitazione è stata trovata un’ulteriore riproduzione di una pistola 92/SF a salve, non funzionante perché priva del castello. Entrambe le pistole e i proiettili a salve sono stati posti sotto sequestro. Il 23ene, V.G., incensurato, non ha fornito giustificazioni plausibili al suo gesto che ben potrebbe inquadrarsi nei futili motivi ovvero in un’azione emulativa per attirare l’attenzione. Il romeno è stato denunciato in stato di libertà per i reati di procurato allarme e spari in luogo pubblico.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti