Aeroporto a Latina, Fauttilli rilancia e presenta interrogazione al ministro Delrio

Federico Fauttilli

L’onorevole pontino Federico Fauttilli rilancia l’ipotesi di uno scalo per il low cost a Latina, attraverso un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. Per il deputato di Democrazia solidale l’individuazione dell’aeroporto di Latina Scalo rappresenta un volano per lo sviluppo dell’economia pontina. Lo scalo di Latina potrebbe accogliere il traffico charter e low cost trasferito da Ciampino e quello turistico diretto a Roma, Napoli e tutte le località turistiche tra le due grandi mete. “Gli aeroporti di Fiumicino e di Ciampino da anni presentano criticità legate all’eccessivo aumento del traffico e dell’inadeguatezza infrastrutturale –afferma Fauttilli nell’atto ispettivo – appare evidente che i due maggiori scali del Lazio non possano da soli affrontare un traffico in sempre maggiore aumento, visto anche lo sviluppo delle linee low cost. E’ quindi auspicabile che si giunga in tempi rapidi alla decisione, già più volte annunciata, della localizzazione di un terzo scalo aeroportuale regionale, che possa alleviare le condizioni critiche dei due attualmente esistenti. Va ricordato in particolare che già nel 2007 una risoluzione della IX Commissione della Camera aveva chiesto al Governo di attuare gli interventi di sua competenza per decongestionare il traffico che grava in particolare su Ciampino, definendo anche la fattibilità della realizzazione di un ulteriore scalo tra gli altri esistenti nel Lazio. A parere dell’interrogante, auspicabile che si proceda con la scelta dell’aeroporto ‘Comani’ di Latina, che appare il meglio attrezzato sia per la contiguità con la linea ferroviaria Roma-Napoli, sia per la mancanza di vincoli ambientali ed archeologici, sia per la centralità geografica, trovandosi, infatti, vicino a Roma ed a Napoli, e che richiederebbe minori interventi, e quindi minori spese, per gli adeguamenti necessari. Inoltre, i benefici per la provincia di Latina sarebbero certamente importanti, anche dal punto di vista dell’occupazione per un territorio troppo spesso sottovalutato e negletto. Per tutto questo si chiede di sapere quali iniziative intenda intraprendere il Ministro per affrontare concretamente il problema della congestione del sistema aeroportuale romano illustrato in premessa, attuando, tra l’altro, quanto già previsto dalla Risoluzione della IX Commissione approvata ormai 10 anni fa”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti