Il Cittadella passa al Francioni: per il Latina è crollo verticale.

312

Dopo l’ ennesima settimana travagliata, caratterizzata dall’ asta e dalla (prima) penalizzazione di un punto, il Latina non ha scelta…deve rispondere sul campo…La vittoria, che manca dal lontano 25 febbraio (a Terni, mentre al Francioni siamo fermi al 21 gennaio…) è l’ unica medicina per pensare di poter uscire da un tunnel che sembra non avere uscita. Avversario odierna è il Cittadella, matricola protagonista di un ottimo campionato e in piena lotta per raggiungere i play off.

Primo tempo

Sorprendente lo schieramento iniziale deciso da Vivarini che, orfano di Corvia, sceglie un 4-2-3-1: Bruscagin si abbassa a destra sulla linea dei difensori, De Vitis e Rocca intermedi e il trio Rolando, De Giorgio e Bandinelli alle spalle di Buonaiuto, con Insigne dirottato in panchina. L’ inizio è equilibrato, ritmi discreti ma per la prima emozione dobbiamo attendere il 21′ quando Valzania, con un tiro da fuori, calcia fuori di poco mettendo i brividi a Pinsoglio. I nerazzurri confermano la solita scarsa incisività e il Cittadella si rende ancora pericoloso al 29′: passaggio in verticale di Strizzolo per Vido che, da ottima posizione, “strozza” la conclusione che finisce tra le braccia di Pinsoglio disteso in tuffo. Ma è solo un episodio di un incontro che offre poco e senza grandi spunti e nel quale il Latina non riesce purtroppo a creare i presupposti per far male all’ avversario. Proprio nel recupero, due grandi emozioni: al 48′ Valzania, imbeccato da Iori, calcia su Pinsoglio in disperata uscita e un minuto dopo ecco finalmente il Latina con Rolando che, dopo un’ irresistibile discesa sulla fascia destra, serve Buonaiuto che, al centro dell’ area e con il portiere avversario a terra, “riesce” clamorosamente a sparare la palla in curva. E’ l’ episodio che chiude la prima frazione, sperando che sia di buon auspicio per un secondo tempo “diverso” per i ragazzi di Vivarini, che dovranno essere più aggressivi e determinati se vorranno portare a casa l’ intera posta in palio.

Secondo tempo

Vivarini cambia ancora: fuori Dellafiore per Insigne: passaggio a 4-3-3, con Rolando sulla linea dei difensori, Bandinelli a centrocampo e il trio Insigne, De Giorgio e Buonaiuto in avanti. Al 7′ tegola per i nerazzurri: Brosco, dopo un contrasto con Valzania, è costretto ad uscire in barella…speriamo non sia nulla di grave…quando si dice “piove sul bagnato”… Ma il peggio deve ancora venire perché al 15′ Strizzolo, servito da un cross da sinistra di Valzania, batte Pinsoglio dal centro dell’ area di rigore. Tutto troppo facile per gli ospiti e ora per il Latina si fa veramente dura…al 23′ Vivarini si gioca il terzo cambio: entra il baby Di Nardo, appena rientrato dal torneo di Viareggio (in prestito alla Spal), al posto di Rolando: Rocca si sposta sulla fascia destra in una sorta di 3-3-4 a trazione anteriore. Il Cittadella approfitta subito degli spazi a diposizione e, dopo aver sfiorato il raddoppio con Valzania al 30′, il cui colpo di testa è respinto da Pinsoglio, lo agguanta al 34′ con Schenetti, libero di colpire di testa a pochi metri dalla porta. E’ il colpo definitivo per un Latina mai realmente in campo che al 42′ rischia il tracollo ma Pinsoglio riesce a deviare sul palo un tiro a colpo sicuro di Vido. I fischi del pubblico sanciscono una bruciante sconfitta e certificano un momento sempre più negativo ed un futuro a forti tinte scure.

LATINA – CITTADELLA 0 – 2

Latina: Pinsoglio, Brosco (dal 7’st Coppolaro), Dellafiore (dal 1’st Insigne), Garcia Tena, Bruscagin, De Vitis, Rocca, Rolando (dal 23’st Di Nardo), De Giorgio, Buonaiuto, Bandinelli. A disp.: Grandi, Pinato, Mariga,Di Matteo, Jordan, Nica. All.: Vivarini.

Cittadella: Alfonso, Salvi, Pascali, Pelagatti, Benedetti, Bartolomei (dal 23’st Paolucci), Iori, Valzania (dal 30’st Pedrelli), Chiaretti, Kouame’ (dal 17′ Vido), Strizzolo. A disp.: Paleari, Scaglia, Varnier, Arrighini, Martin, Iunco. All.: Venturato.

Arbitro: Martinelli di Roma 2. Assistenti: Opromolla di Salerno e Robilotta di Sala Consilina (SA). Quarto uomo: Dionisi di L’ Aquila.

Marcatori: al 15’st Strizzolo (CI), al 34’st Schenetti (CI).

Ammoniti: De Giorgio (LT), Valzania (CI), Strizzolo (CI), Pascali (CI), Benedetti (CI), Bandinelli (LT.)

Espulsi:

LE VOSTRE OPINIONI

commenti