Monte San Biagio, arrestato indiano con 2,7 chili di bulbi di papavero

I Finanzieri del Comando Provinciale Latina, durante un’operazione finalizzata alla prevenzione e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un cittadino indiano S.G., di anni 37, privo di regolare permesso di soggiorno, in quanto trovato in possesso di 2,7 kg di bulbi di papavero essiccati.

Il giovane indiano, fermato dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Fondi, nei pressi della stazione di Monte San Biagio aveva da subito destato sospetto ai militari con il suo atteggiamento alquanto nervoso tanto da “spingere” i militari ad un controllo del borsone al seguito.

Il suddetto controllo permetteva il rinvenimento dell’ingente quantitativo di bulbi di papavero, opportunamente confezionati in 25 buste nere, da 108 gr. c.a..

Ciascun bulbo, seppur privo dei semi e del liquido utilizzato per la realizzazione dell’oppio, mantiene intatta la originale presenza di principio attivo di connotazione oppiacea, il quale viene solitamente assunto dai consumatori mediante masticazione o ingerimento di infusi ovvero attraverso aspirazione dei fumi che ne scaturiscono dai processi di combustione, gravemente dannosi per la salute e con effetti di particolare dipendenza.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto quindi il sequestro della sostanza psicotropa mentre il S.G. è stato tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Latina, ai sensi dell’art. 73 comma 1 del DPR 309/90 per detenzione ai fini di spaccio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti