Spaccio tra Sabaudia e Fondi, arrestato “Ziano”: cocaina e hashish nella sala di registrazione video

Arrestato nel corso della notte Samir Ben Salah, 32 anni residente a Sabaudia già noto alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sequestrati a suo carico 110 grammi di hashish e 6,5 di cocacina.

Già da tempo la Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Fondi stava monitorando lo straniero accusato di rifornire da Sabaudia droga a diverse persone residenti nelle città limitrofe come San Felice Circeo, Terracina e Fondi. L’uomo, in base agli accertamenti svolti dagli uomini del vice questore aggiunto Massimo Mazio, avrebbe utilizzato come luogo per smerciare lo stupefacente, un capannone posto alla periferia di Sabaudia, di proprietà di altre persone ma a lui in uso. Sono stati attivati quindi mirati servizi di pedinamento ed osservazione posti in essere proprio per dar riscontro alla segnalazione pervenuta agli investigatori e soltanto nella serata di ieri gli agenti hanno individuato una vettura Smart di colore grigio con a bordo il cittadino straniero ed un’altra persona successivamente identificata.

Il 35enne alla vista degli agenti ha tentato maldestramente di eludere il controllo accelerando e andando a nascondersi dietro al capannone, ma è stato subito bloccato e perquisito unitamente al passeggero che era con lui. Quest’ultimo messo alle strette ha subito consegnato alla Polizia alcune stecchette di hashish dichiarando di averle prese da Ben Salah. Per questo motivo è scattata la perquisizione del veicolo e di un locale adibito a sala di registrazione in uso al 35enne conosciuto in città ed in rete con lo pseudonimo di “Ziano” per aver girato numerosi video di musica rap particolarmente seguiti sul canale Youtube.

Durante la perquisizione, è stato rinvenuto, celato nella tasca dei pantaloni un involucro contenente sostanza che successivamente analizzata è risultata essere cocaina, oltre a 120 euro e un telefono cellulare che sono stati debitamente sequestrati. Nel corso della perquisizione del locale adibito a sala di registrazione celata dietro ad un divano, è stata trovata una scatola di cartone con all’interno un barattolo di vetro contenente altra cocaina. Nello stesso contenitore c’erano inoltre sei pezzi di forma cilindrica ed una barretta di hashish. Nella stessa stanza è stato trovato altro materiale solitamente utilizzato per il taglio dello stupefacente, nonché un bilancino di precisione, cellophane e buste varie segnate con numeri uguali a quelle utilizzate per conservare lo stupefacente sequestrato.

Atteso il contesto in cui stava operando, gli agenti del commissariato di Fondi hanno chiesto l’intervento da Roma dell’unità cinofila che soltanto più tardi, durante la notte, dopo una vasta battuta sul terreno tutt’intorno al locale è riuscita a scovare, sotto la finestra della sala regia, un contenitore in plastica leggermente sotterrato con all’interno del riso (probabilmente utilizzato per assorbire umidità) e piccole tracce di stupefacenti. Questa mattina la direttissima a carico del 35enne.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti