Sabaudia, Bonetti con Gervasi. La ricetta del candidato su bilancio partecipato e spending review

Trasparenza, efficienza amministrativa e spending review sono tre dei principi cardine della proposta di programma elettorale redatta dal movimento civico “Cittadini per Sabaudia”, pilastri di quella “politica del fare” finalizzata a riportare l’attività amministrativa tra la collettività e al servizio della stessa.

L’avvocato Gianluca Bonetti – secondo per numero di voti nelle amministrative del 2013 – in questa nuova tornata elettorale torna al fianco della candidata a sindaco Giada Gervasi, e si fa portavoce di un rinnovamento del Comune, che passa attraverso i “valori” della legalità e della partecipazione. Di qui, la proposta di Bilancio Partecipato: forma di partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica della città e, nella fattispecie, al bilancio preventivo dell’Ente, ovvero alla previsione di spesa e agli investimenti pianificati dall’Amministrazione stessa. Il cittadino viene così messo in grado di interagire e dialogare con le scelte del Comune, divenendo di fatto parte attiva dei processi amministrativi.

Prioritaria per Bonetti, inoltre, è la revisione della spesa pubblica e l’annessa riduzione degli sprechi. “È necessario tagliare i costi dell’Ente secondo un ottica razionale, ragionando sugli obiettivi e le reali possibilità del Comune – spiega il candidato a consigliere – Nella predisposizione del bilancio e nella programmazione degli interventi, occorrerà dunque contemperare le necessità con l’esigenza di limitare la spesa pubblica, capendo bene la priorità del progetto e la somma da destinarvi”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti