Sezze, al via la settima edizione del premio di storia contemporanea dedicato a Luigi Di Rosa

È giunto alla settima edizione il premio di storia contemporanea dedicato a Luigi Di Rosa – ragazzo ucciso il 28 maggio 1976 dopo il comizio del parlamentare del MSI Sandro Saccucci – organizzato a Sezze dall’associazione culturale no profit “Araba Fenice”.

Anche quest’anno l’iniziativa ha riscosso un grande successo e ottenuto prestigiosi riconoscimenti: il Senato della Repubblica, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Consiglio regionale del Lazio hanno voluto conferire alla manifestazione le loro medaglie celebrative. Il premio gode del patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Consiglio Regionale del Lazio e del Comune di Sezze. L’Università di Roma “Tor Vergata” e il suo Dipartimento di Scienze Storiche, Filosofico – sociali, dei Beni Culturali e del Territorio, oltre a patrocinare l’iniziativa, sono anche i suoi consulenti scientifici. La manifestazione gode, inoltre, della collaborazione con il Centro Studi di Storia Contemporanea “Luigi Di Rosa” e con “Misteri d’Italia” e ha la partnership mediatica di Lazio Tv e Radio Radicale.

Gli appuntamenti, che sono partiti martedì 9 maggio al Senato della Repubblica in occasione dell’incontro dei familiari delle vittime del terrorismo con le Istituzioni, si protrarranno fino alla serata finale di domenica 28 maggio. Nell’occasione saranno premiati i vincitori del concorso, il cui scopo è quello di approfondire la ricerca storica nell’arco temporale che va dal 1968 al 1980, con particolare attenzione ai cambiamenti sociali e culturali, ai movimenti politici, ai fenomeni eversivi e terroristici che hanno segnato la storia della Repubblica italiana e quindi ricordare tutte le vittime degli “anni di piombo”. Si articola in quattro sezioni: tesi di laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento; tesi di dottorato di ricerca; libri; audiovisivi, documentari, video, film, short-film.

Tanti gli ospiti, tra cui la scrittrice Nadia Terranova che presenterà il suo romanzo “Gli anni al contrario”, la storia di due ragazzi innamorati che giocano a fare i grandi, senza mai diventare adulti, negli anni Settanta. L’appuntamento è giovedì 11 maggio presso la sala polifunzionale “Le colonne di Tito”, in via Roma 25 a Sezze.

Presidente onorario del Premio è la sorella di Luigi, Mariella Di Rosa.

L’ingresso ad ogni incontro è libero. Per info: 3356588757; www.arabafenicesezze.org

LE VOSTRE OPINIONI

commenti