Controlli della Polizia in materia di giochi, al setaccio le sale scommesse della provincia di Latina

Ieri personale della   Polizia di Stato – Questura di Latina e dei Commissariati di Pubblica sicurezza coordinati dalla Polizia Amministrativa ha effettuato controlli amministrativi in sale giochi di tutta la Provincia. In particolare, sono stati effettuati specifici controlli amministrativi presso 46 sale scommesse che negli ultimi anni hanno ricevuto, con decreto del Questore, il rigetto ad ottenere il rilascio di licenza per la raccolta delle scommesse. Tali provvedimenti, circa un centinaio negli ultimi 10 anni, si sono resi necessari in quanto le sale scommesse erano operanti con Bookmakers esteri non muniti di concessione governativa, non connessi al totalizzatore nazionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con una notevole ricaduta negativa per le casse dell’Erario. L’attenta attività di monitoraggio della Divisione della Polizia Amministrativa della Questura di Latina ha offerto un quadro aggiornato di come tale fenomeno abbia interessato il territorio della Provincia di Latina.

In particolare:

A Cisterna sono stati controllati 8 esercizi commerciali;

A Fondi sono stati controllati 16 esercizi commerciali;

A Formia sono stati controllati 4 esercizi commerciali sono stati denunciati 3 persone per violazione della di legge in materia di giochi;

A Gaeta sono stati controllati 5 esercizi commerciali è stata denunciata 1 persona per violazione della di legge in materia di giochi;

 A Terracina sono stati controllati 13 esercizi commerciali sono stati denunciati 2 persone per violazione della di legge in materia di giochi.

Complessivamente l’attività della Polizia di Stato della Questura ha portato alla identificazione di 35 persone, al controllo di 46 esercizi e alla denuncia a piede libero di sei persone.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti