Circeo, Comune pronto a completare la nuova pavimentazione del centro storico

Uno scorcio del centro storico del Circeo

Programmato un altro intervento per abbellire e rendere più funzionale il centro storico del Circeo. L’amministrazione comunale di San Felice Circeo ha chiesto alla Regione Lazio un contributo di 80mila euro in base al Programma attuativo per la riqualificazione e l’accessibilità dei centri storici ricadenti nell’area sud-pontina. Il finanziamento servirà al completamento della nuova pavimentazione in pietra – IV lotto funzionale – del centro storico. I lavori interesseranno prevalentemente la zona di piazza Carducci, che va dall’ufficio postale al ponte, e consentiranno inoltre di completare la pavimentazione in altri piccoli tratti del centro storico, rimasti esclusi nei precedenti interventi. L’opera è immediatamente attuabile e l’intervento è previsto nel piano triennale delle opere pubbliche. L’importo eccedente la richiesta di finanziamento sarà a carico del bilancio comunale.

La realizzazione del IV lotto funzionale della nuova pavimentazione in pietra di piazza Carducci va ad aggiungersi agli interventi eseguiti da questa amministrazione nel centro storico in piazza Aleardi e piazza Dante, alla sistemazione della scalinata Ceccarelli del convento, all’installazione di nuovi lampioni, panchine e totem per le informazioni turistiche, al completamento dell’anfiteatro di Vigna La Corte, ai nuovi impianti di illuminazione dei giardini di Vigna La Corte.  “Da non dimenticare – aggiunge il vice sindaco Eugenio Saputo – il restauro delle facciate degli edifici con il piano colore che ha reso il centro storico del Circeo un vero salotto. Nonostante il dissesto, dal quale siamo finalmente fuori, abbiamo consentito il recupero e l’apertura al pubblico di beni archeologici rilevanti, la permuta dei terreni per la realizzazione di un parcheggio in via dell’Acropoli e, restando sempre a ridosso del centro storico, interventi di messa in sicurezza del tratto di strada franato di via Lepido oltre quelli di via delle Batterie”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti