Priverno, sistema aree estrattive. Bilancia: a breve la bozza del piano provinciale

Il Comune di Priverno

Si è svolta il 25 maggio la seduta della Commissione Trasparenza del Comune di Priverno dedicata alla perimetrazione delle aree estrattive, progetto voluto dalla Provincia di Latina per mettere a sistema le varie cave presenti nei 33 comuni della Provincia. Alla seduta hanno preso parte, oltre ai consiglieri di maggioranza e opposizione, anche alcuni cavatori attivi nel territorio comunale di Priverno e i quattro tecnici della Provincia di Latina incaricati della redazione dell’atteso Piano.

“La presenza dei cavatori e dei tecnici della Provincia – sottolinea il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia – ha reso fruttuoso un incontro che, convocato nell’ambito di una Commissione che ha funzioni completamente diverse da quelle che lo stesso incontro richiedeva, rischiava di essere infruttuoso”. Infatti, come precisato all’inizio dal Sindaco e ribadito più volte anche dallo stesso Consigliere – e presidente della Commissione Trasparenza – Di Giorgio nel corso dell’incontro, non era certo quello il luogo adatto dove discutere. L’ordine del giorno fissava un tema squisitamente tecnico, ovvero quello di lavorare intorno a un Piano di perimetrazione delle cave, e non andava quindi discusso in una Commissione che invece ha funzioni di controllo e pubblicizzazione di atti adottati.

“Si è trattato di una forzatura da parte della minoranza che, invece di indire una Commissione inappropriata, avrebbe potuto chiedere alla maggioranza di convocare una Commissione competente. Ad evitare, però, che l’incontro si riducesse ad essere soltanto un’inutile passerella – continua il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia – abbiamo deciso di partecipare, consentendo così lo svolgimento dell’incontro. L’obiettivo della maggioranza era quello di avviare un confronto costruttivo tra Consiglieri, Provincia e Imprese su un tema di elevata complessità come quello delle attività estrattive. Non va dimenticato – prosegue il primo cittadino privernate – che la Provincia ancora non redige il piano e, di fatto, nel corso della seduta si sono ripetuti molti degli elementi che erano già emersi nel corso del precedente incontro tenuto in Provincia lo scorso 21 marzo”.

L’incontro ha permesso di stabilire una tabella di marcia, anche se per sommi capi. Nei prossimi giorni i tecnici invieranno la prima bozza del Piano di perimetrazione, e solo a quel punto si potranno iniziare ad avanzare proposte e suggerimenti. “Da questo momento in avanti – conclude il Sindaco – sarà la commissione competente, quella per lo studio Urbanistico-Territoriale, a occuparsi della questione, convocando le sedute e invitando tecnici e cavatori a partecipare. Da lì partiranno le proposte tese a implementare e migliorare la bozza di Piano che arriverà presso l’Ufficio Tecnico Comunale nei prossimi giorni”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti