Intervista col creativo! Anno secondo. Rossella e le sue bambole.

168

Rossella è una vera creativa doc. Ha un blog in cui potrete leggere tutta la sua storia come se fosse un vero e proprio libro: da gustare lentamente , pagina dopo pagina.

Esprime parte della sua creatività creando bambole in tessuto : letteralmente le scolpisce con l’ago. Sono dei veri capolavori!

Non voglio dirvi altro ,  lascerò che sia lei a raccontarsi.6 (2)

Ciao Rossella, benvenuta ad intervista col creativo . 

Sul tuo blog, è possibile leggere tutta la tua storia di artigiana e quindi non voglio star qui a chiederti di raccontarci le tappe principali del cammino che hai percorso finora , perché è stato emozionante per me leggerlo direttamente lì. Voglio però che ci descriva i sentimenti contrastanti che ti hanno accompagnato in questo lungo percorso di successo. Quali sono i lati positivi e i lati negativi di una vita da creativo?

Sicuramente la vita del creativo, almeno per come l’ho vissuta io e la vivo tutt’ora, ha due aspetti molto diversi tra di loro.

Un periodo direi “esplosivo di idee e di attività” e uno invece molto diverso, che solitamente quasi si “abbandona tutto, ma non completamente, questo mai”. 

Questo indipendentemente dall’età. Allora dipeso da cosa? Dall’evolvere della vita, dai cambiamenti nella famiglia, dai grandi dispiaceri che l’accompagnano e anche da gioie diverse, come per esempio un nuovo amore.

Soprattutto quest’ultimo per me, ha determinato un lungo periodo di inattività legata principalmente al cucito, mentre invece direi “nascevano” 4 tra i miei più acquistati Tutorial:

Making the Doll – Pubblicato anche dalla celebre Rivista “La Bacchetta Magica” – di Mosè Battocchio;

Tutorial Doll Hair

Tutorial Dollmaking Techniques

Tutorial Doll Eyes

Questi sono stati venduti per anni in tutta l’Italia.


Per essere una che non sapeva attaccare neppure un bottone , hai fatto davvero molta strada . Sei una vera artista! Quale è il tuo segreto?

E’ vero, non sapevo cucire, nè fare altri lavori, ma sono nata in una famiglia di grandi creative.

Mia zia Giulietta, grandissima Sarta, faceva persino Abiti da Sposa, di cui uno per mia madre, bellissimo!

Mia nonna Santina, che cuciva, lavorava moltissimo all’uncinetto e a maglia. Quando nacque mia figlia Sara, mi fece un Corredino tutto fatto a mano, degno di una Principessa.

Forse allora, ero destinata a scoprire cosa ci si poteva fare con l’ago e il filo, che per tanti anni sono stati in un cassetto ad aspettarmi.

Buffy-colore-2016-9Come si reagisce ad una delusione e si trasforma una sconfitta in una carta vincente?

La chiusura del mio negozio, nel 2001, fu una esperienza dolorosa talmente forte, che credo di averne pure ora una grande cicatrice nel cuore.

All’inizio era tutto buio per me. Poi siccome,generalmente, l’arrivo della primavera, ha sempre sollecitato in me molte idee, credo che nella primavera del 2002, il mio cervello non era proprio concentrato su ago e filo, ma su altro: Imparare a realizzare Siti Web. 

Pertanto, armata di un nuovo PC, e tanto di libri che trattavano linguaggi di Programmazione HTML, creai e pubblicai in 3 mesi il mio primo Sito “La casetta nel bosco”.

Con esso tornai ad essere l’originaria Rossella, e di più, le idee erano tornate ad essere “esplosive”.

Ma come ho scritto prima, non erano idee di cucito nuove: mi dedicai alla creazione di innumerevoli Cartamodelli e Tutorial.

Secondo la tua personale esperienza , è preferibile specializzarsi su una data tecnica , o una data produzione , oppure è meglio continuare a sperimentare , cimentandosi sempre con nuove tecniche e nuove creazioni?

Sicuramente è meglio continuare a sperimentare.

Purtroppo io a questo, non sono stata pronta per tanti anni…

Ma si rinasce sempre. Io ho cominciato a sperimentare con la pubblicazione del mio recente e rinnovato Sito “Dal Baule della nonna”.

Recentemente infatti, ho realizzato le mitiche Bambole Americane “Raggedy Ann & Andy”, una Bambola stile Russo, una grande Bambola (alta 120 cm) di ispirazione “Bonecas Portoghesi”, Bambole Waldorf di origine Tedesca e molto altro.

Non solo Bambole di stoffa scolpite ad ago ma molto di più!Margarita-nuova-shop

E ora? Sono tornata ad essere la Rossella del periodo che aveva i bambini piccoli. Una donna che circondata dai gridolini di gioia o di pianti, con i giocattoli in terra, aveva 5/6 lavori iniziati e da portare avanti contemporaneamente.

Il tutto accompagnato anche da altre attività lavorative, perchè i figli e la famiglia, attualmente con il mio marito Daniele Calati e suo figlio Luca, richiedono un grande impegno economico, che solo con il cucito/Tutorial o altro, fatto a livello “Hobbistico” attualmente, non potrebbero sostenere.

I miei sogni pertanto volano nel vedere realizzati quelli dei miei figli, di mio marito e di Luca.

Ora loro, sono tutto il mio mondo.

Sono un pò come il dottor Jekyll e Mr Hyde, ho però un interessante e vitale positivo sdoppiamento della personalità: da un lato , la donna creativa, la webmaster del Sito, la scrittrice di Racconti vari, e di Tutorial attualmente in PDF con Cartamodelli che traduco anche in Inglese e ultimamente anche in Spagnolo, e che vendo in tutto il mondo; dall’altro,  la donna che lavora come ha sempre desiderato, perchè per anni l’ho fatto per mia madre, che purtroppo ebbe una emorragia celebrale, e dopo prendendomi cura di  mia sorella invalida. Sono in possesso dell’attestato OSS e OSA, e gioisco attraverso gli occhi di chi ha bisogno di me.

Dare è meglio che ricevere.


Per realizzare i propri sogni , quanto è importante avere ben chiaro l’obiettivo da raggiungere? L’improvvisazione paga in campo artistico o è meglio affidarsi alla ragione e alla pianificazione?

Consiglio a chiunque voglia aprire una effettiva attività con Partita Iva, di calcolare molto bene ogni dettaglio in modo pratico.

Il campo Artistico può essere un rischio al giorno d’oggi, se si vuole avere un’attività con Partita Iva, poichè molto spesso il lavoro è sottovalutato e mal pagato.

Forse non c’è un vero obbiettivo da raggiungere. Io credo che all’età di quasi 53 anni, non saprei proprio qual’è ancora il mio…

In una prima fase del tuo viaggio creativo sei stata affiancata da un’amica , tua cognata , con la quale condividevi passioni e aspirazioni : è importante poter contare su un’altra persona per sentirsi più forti e più pronti ad affrontare le difficoltà che si presentano? O è meglio lavorare da soli , facendo i conti soltanto con le proprie scelte?

Meglio da soli. Troppo difficile e forse impossibile protrarre una attività Artistica o Creativa in due persone, che sono completamente diverse tra di loro…

Cosa significa “scolpire ad ago”? in poche parole potresti descriverci questa tecnica straordinaria?

Scolpire ad ago è la tecnica che amo di più in assoluto. Si può cucire una bambola di stoffa e trasformarla quasi in una bambina, un bebè, a seconda della fantasia, quasi “vera”.

Mi sono accorta, tante volte, che questa tecnica ad alcune pare troppo difficile. Non è così. Se ci si appassiona, e se vi troverete davanti una bambola da scolpire, vi assicuro che sarà quasi una magia, vederla “nascere” dalla vostra fantasia.

Nessuna Bambola è uguale all’altra!  

C’è una tua creazione alla quale sei maggiormente affezionata?

Direi che quella alla quale sono molto legata è la Bambola “Margarita” perchè è stata la prima del Programma Dollmaking, la più venduta in Kit e realizzata in assoluto.

Poi, naturalmente ne seguono altre.

Linda, tutta scolpita ad ago, mani, piedi, ginocchi, caviglie, gomiti, sederino, ombelico e viso.

Angel Baby, amato moltissimo in tutto il mondo, perchè vendo molti Tutorial in PDF sul Sito Etsy.

Allego la foto con la versione femminile di questo mio “Angel Baby in my garden” in braccio.

Angel-Baby-shop

Parlaci della tua passione per la scrittura

La passione per la scrittura è anche questa un pò di famiglia.

Mia madre, leggeva moltissimi libri e scriveva “La Bibbia per Ragazzi” – Purtroppo non si è potuto proporre questo immenso lavoro che ha fatto, per quello che le è capitato nel 2004. Ho tutto io in formato cartaceo, ma ci vorrà tantissimo tempo per studiarlo, elaborarlo e proporlo.

Per tornare a me, invece, la scrittura è nata con la pubblicazione del mio primo Sito “La casetta nel bosco”.

In essa infatti introdussi:Racconti Incredibili,Racconti per Bambini,Racconti Autobiografici,L’Album dei ricordi – Che racconta la nascita di questa mia attività creativa.

In seguito, alcuni di questi Racconti (ne ho scritto molti altri fino all’ultimo nel 2011), sono stati Pubblicati.

In questo periodo, sto scrivendo un Racconto, ma per la verità, per così dire “mi casca sempre la penna dalle mani appena inizio”.

Non è il periodo giusto. Invece leggo tantissimo, ho una libreria vasta, non come quella di mia figlia Sara, ma quasi.

Rossella è arrivata a destinazione oppure ha ancora tanti sogni da tirare fuori dal cassetto ed è ancora in viaggio ?

Quest’ultima domanda, mi porta a riflettere cara Clelia…Allora, dal punto di vista della salute, sono giunta a sentirmi dire da mio figlio Simone “vai a letto!” molte volte.

Siccome non ci vado, ne porto addosso le conseguenze.

Pertanto ho un armadio a 4 ante di sogni.

Sogni di vita con mio marito Daniele, progetti futuri di viaggi con lui, sogni grandi per i nostri figli, ho riscoperto da quando abito a Calci (in campagna praticamente) il giardinaggio, se vedo una pianta fiorita o no, difficilmente resisto a non comprarla.

Sogno sempre e forse sempre di più, che i pezzi di stoffa che acquisto diventino qualcosa che mi rappresenta, ho riscoperto l’amore per l’uncinetto, la maglia ed il punto croce. Di quest’ultimo vorrei riprendere a fare schemi per punto croce gratuiti per ampliare questa sezione del mio Sito.

Ci sono tantissime altre cose, che sogno, ma credo che le sussurro ogni mattina alle fotografie dei miei genitori che non li ho più, posizionate in modo che le veda appena apro gli occhi.

Infine concludo che è stata una grande gioia per me, cara Clelia, essere Intervistata da te…  grazie!

rossella bambolona

Ma grazie a te cara Rossella. Il tuo mondo di bambole è un mondo incantato. Ci hai fatto sognare e ci hai insegnato che , nonostante le avversità che la vita ci propone si può continuare a credere nei propri sogni e a perseguirli. Perché la vita è bella nonostante tutto! E vista attraverso gli occhioni delle tue bambole , lo è ancora di più.

Non mi resta che augurarvi una buona domenica .

Vi abbraccio

a presto

Clelia

potete leggere questo articolo anche sul mio blog

LE VOSTRE OPINIONI

commenti