Crisi da sovraindebitamento: seminario sul nuovo Organismo della Camera di Commercio di Latina

201

Si svolge giovedì 15 giugno, dalle 14,30 alle 19,30, presso la sala San Cesareo della Curia vescovile, in via San Carlo da Sezze a Latina, il seminario “L’Organismo di composizione delle crisi da sovraindebitamento della Camera di Commercio di Latina”.

L’Organismo, iscritto nel Registro del Ministero della Giustizia al n.101 e con sede presso la CCIAA di Latina, rappresenta un caso unico in Italia, essendosi costituito grazie all’iniziativa congiunta dell’Ente Camerale, dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Latina e del Collegio Notarile del distretto di Latina.

L’evento è finalizzato a presentare l’organismo, nonché descrivere le specificità di funzionamento, regolamentari e normative, a cui i cittadini non imprenditori potranno rivolgersi per definire la propria posizione debitoria.

I lavori, coordinati dall’Avvocato Annalisa Di Giulio dell’ufficio legale della Camera di Commercio di Latina, si apre con i saluti del Commissario Straordinario, Mauro Zappia, del Presidente dell’Odcec di Latina Efrem Romagnoli, del Presidente del Consiglio Notarile distretto di Latina, Giovanni Battista Viscogliosi, del Giudece Delegato ai fallimenti presso il Tribunale di Latina, Linda Vaccarella. Seguirà l’intervento del dott.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nicola Soldati, dell’Università di Bologna.

Il commissario straordinario della Camera di Commercio pontina Mauro Zappia, ha commentato: “Finalmente siamo operativi. Ho colto l’importanza e l’utilità di questo Organismo sin dalla sua istituzione, in quanto si trattava di mettere a disposizione di questo territorio un servizio con importanti risvolti di interesse sociale e pubblico per dare possibilità ai soggetti coinvolti di superare momenti di crisi finanziaria”.

Il Presidente dell’Odcec di Latina, Efrem Romagnoli, e il Presidente del Consiglio Notarile del distretto di Latina, Giovanni Battista Viscogliosi, hanno espresso grande soddisfazione: “Ciascuno dei tre enti fondatori avrebbe potuto creare un organismo autonomo, ma abbiamo deciso di agire in sinergia privilegiando obiettivi pubblicistici e di competenza interdisciplinare, ad esclusivo vantaggio dell’utenza. Il tutto in una logica di apertura all’ingresso ai colleghi e senza distinzioni di anzianità, come dimostrato dai 166 gestori iscritti, a seguito di verifica dei requisiti richiesti dalla legge, e conseguiti anche tramite l’apposito corso gratuito”.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

1 commento

Comments are closed.