Rifiuti, al vaglio ipotesi ordinanza riapertura cancelli Rida a firma del presidente della Provincia

158
Eleonora Della Penna

“Tutte le istituzioni stanno cercando di risolvere l’emergenza, scaturita dalla chiusura dell’impianto Rida Ambiente di Aprilia, prima che i rifiuti invadano le nostre città. E’ evidente che la situazione che si è venuta a creare sia scaturita da motivazioni pretestuose”. Eleonora Della Penna, sindaco di Cisterna, in qualità di Presidente della Provincia per tutta la giornata di oggi è stata in contatto con i primi cittadini pontini, con il Prefetto di Latina, Pierluigi Faloni, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il suo assessore all’Ambiente Mauro Buschini, con gli uffici preposti dell’ente regionale e con i suoi dirigenti dell’ente di via Costa, in particolare il segretario generale Alessandra Macrì e Nicoletta Valle, responsabile del settore Ambiente. Una task force istituzionale per fare luce su un contenzioso che rischia di ricadere sul territorio, esponendo i cittadini a rischi per la salute.

La diffida della Regione indirizzata all’amministratore unico dell’impianto apriliano, Fabio Altissimi, a riaprire entro tre ore è caduto nel vuoto. Si aspettava un intervento dalla Regione che non è arrivato. Possibile invece che sia il presidente della Provincia di Latina a firmare l’ordinanza che imponga l’apertura dei cancelli alla Rida Ambiente. Lo ha confermato questa sera, intorno alle 20, Eleonora Della Penna la quale ha dichiarato che questa ipotesi sia stata suggerita dalla Regione Lazio, in considerazione del fatto che la maggior parte dei comuni interessati dal problema del blocco del conferimento siano in provincia di Latina. Uno scarica barile? Per ora nessuna polemica.

“L’importante – ha detto il presidente Della Penna – è risolvere il problema e scongiurare un’emergenza rifiuti in piena estate. I dirigenti della Provincia ed in particolare la dottoressa Valle stanno verificando se, da un punto di vista tecnico, questa ipotesi sia percorribile. Se l’ordinanza rivolta al gestore dell’impianto che ha chiuso i cancelli sarà supportata da solide basi amministrative e giuridiche, sono pronta a firmarla anche domani mattina. Ho dato la mia disponibilità e non mi tiro in dietro”.

Resta da capire come mai la Regione non abbia emesso l’ordinanza di riapertura attesa per tutto il pomeriggio di oggi dai sindaci pontini. Con molta probabilità si cerca una strada più diplomatica per non inasprire ulteriormente il contenzioso in atto tra la gestione dell’impianto apriliano, a Regione e l’Arpa Lazio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti