Lions Club Sabaudia Circeo Host, il passaggio della campana all’insegna del valore del volontariato

Il taglio della torta per il passaggio della campana tra Matteo D'Arcangeli e Ida Panusa

“Non possiamo tacere il fatto che stiamo vivendo un periodo critico, socialmente parlando, ed è proprio in questo contesto che dobbiamo svolgere il nostro ruolo in modo consapevole e responsabile”. Il monito di Ida Panusa, tornata alla presidenza del Lions Club Sabaudia San Felice Circeo Host, rivolto ai soci sui valori del volontariato ha richiamato l’attenzione dei numerosi ospiti presenti, domenica 25 giugno scorso, alla cerimonia del passaggio della campana che si è tenuta a Sabaudia presso l’hotel Oasi di Kufra.

Anche l’onorevole Stefano Zappalà, fondatore del club e prima ancora marito della signora Ida, ha focalizzato il suo intervento sul volontariato quale missione lionistica, esprimendo la vicinanza dell’associazione alle forze armate, di polizia, ai vigili del fuoco quali veri protagonisti del volontariato.

Il presidente uscente Matteo D’Arcangeli oltre a relazionare sulle attività dei due anni del suo mandato, ha voluto sottolineare il particolare impegno del club che vuole dare qualcosa in più nel Distretto di appartenenza chiedendo allo stesso un cambio di passo per abbracciare nuove idee, “perché sono le idee che fanno grande un’associazione qual è il Lions nel mondo”.

In un clima favorito dalla cordialità e dall’ospitalità, i nuovi soci del club hanno sottoscritto la formula di appartenenza all’associazione e tra questi i soci onorari Antonio D’Acunto e Cristina D’Angelo, che certo non hanno bisogno di presentazioni. Il prefetto D’Acunto, attualmente ad Ancona, nel suo discorso di ringraziamento ha ricordato con piacere quando, negli anni di permanenza a Latina, il Lions club Sabaudia San Felice Circeo Host ha premiato il pacchetto sicurezza: “A me fece molto piacere perché rappresentava il riconoscimento del lavoro eccezionale fatto in provincia di Latina, insieme al comandante Cristina D’Angelo, al comandante dei Carabinieri Giovanni De Chiara e al questore Alberto Intini. Un riconoscimento che mi ha legato a questo territorio con più forza e per questo quando posso partecipo volentieri alle iniziative del club”.

L’ingegnere D’Angelo, ora comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Campobasso, ha ricordato la sua esperienza a Latina: “Cinque anni impegnativi che sono stati per me un’ottima palestra. Cinque anni in una provincia, alla quale sono rimasta particolarmente legata. Per me è un onore far parte di questo club e mi è molto facile unirmi a iniziative di solidarietà sociale, aiuto, servizio alla collettività, poiché questi compiti sono i compiti tipici dei Vigili del fuoco”.

L’evento di domenica scorsa ha avuto luogo nell’anno del centenario dell’associazione internazionale e nel trentesimo anniversario del Lions club Sabaudia San Felice Circeo Host, alla presenza di Massimo Paggi, vice governatore del distretto 108 L (Lazio, Umbria, Sardegna), il tesoriere distrettuale Salvatore Condorelli e il presidente di circoscrizione Antonio Zaccini.

“In questi 30 anni – ha segnalato Zappalà – abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto con le forze dell’ordine e chi le rappresenta in questa provincia, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e con tutti coloro che si sono succeduti in Prefettura. Noi facciamo volontariato e, da uomo delle istituzioni, ho sempre detto che senza il mondo del volontariato gli Stati non funzionano. In Italia abbiamo oltre cinque milioni di persone che si dedicano al volontariato. Senza di loro l’Italia dal punto di vista sociale non funzionerebbe. Però su una cosa non ci sono dubbi, in Italia e nel resto del mondo, i veri volontari sono le forze armate, le forze di polizia e i vigili del fuoco. E’ vero che sono dei dipendenti pubblici ed hanno uno stipendio, ma sfido chiunque per uno stipendio come quello di un vigile, di un carabiniere o di un agente penitenziario a mettere a rischio ogni giorno la propria vita. Quindi io credo che noi bene facciamo, lo abbiamo sempre fatto e lo continueremo a fare, a riconoscere la massima amicizia e vicinanza a tutte le forze armate, forze di polizia, vigili del fuoco”.

Past presidente del club e past governatore distrettuale, Ida Panusa ha suggellato i valori del lionismo, “derivanti da principi etici ed inesauribili, derivanti soprattutto da una convinta e libera adesione ad esso”. “In questo periodo critico, da un punto di vista sociale, noi tutti Lions dobbiamo svolgere il nostro ruolo in modo consapevole e responsabile. Non è un compito semplice né agevole, ma possiamo affermare con orgoglio di essere riusciti finora ad assolverlo con amore, intelligenza, dedizione e, consentitemi, professionalità lionistica di alto livello“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sulla pagina Facebook del Lions Club Sabaudia San Felice Host le foto e i video dell’evento.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti