Stabile: Alleanza per Latina, movimento civico legato alla storia e ai valori. L’impegno per un centrodestra rinnovato e unito

154
Gabriele Stabile

“Proprio ieri 30 giugno, data che segnava la posa della prima pietra della nostra città, l’amministrazione Coletta si è ben guardata anche solo dal ricordare questo evento, mentre il sindaco oggi sfila a Roma insieme alla sinistra estrema di Pisapia in cerca di una platea nazionale per alimentare la sua sete di carrierismo politico. Noi invece ci siamo riuniti insieme ai tanti amici che si sono avvicinati al nostro movimento per  celebrare il primo atto della fondazione di Latina”.

Così Gabriele Stabile, ex consigliere comunale, aderente ad Alleanza per Latina, il nuovo movimento che si è affacciato nel panorama del capoluogo “con una presa di posizione netta contro il degrado in cui l’amministrazione Coletta ha fatto precipitare la città”, rilancia l’appello per un centrodestra “rinnovato e unito”.

“Nel 2016 la città aveva detto un secco ‘no’ agli esponenti dell’amministrazione Di Giorgi ma, pur scegliendo il sindaco Coletta al ballottaggio, era rimasta saldamente ancorata ai valori e agli ideali della destra, tanto che al primo turno il consenso di quell’area politico culturale, seppur divisa e frammentata aveva sfiorato il 60%”, afferma Stabile.

“Abbiamo atteso dunque un anno. Abbiamo dato al sindaco e a tutta Lbc il tempo necessario per studiare, per capire, per confrontarsi con la città e per scegliere; ma abbiamo constatato, purtroppo con nostro enorme rammarico, che – prosegue Stabile – la dimensione civica e le aperture ai valori della destra fatte in campagna elettorale sono state tradite sull’altare del settarismo e dell’ideologia di una sinistra estrema del tutto estranea alla nostra comunità. È invece a quei valori e quegli ideali indissolubilmente legati alla posa della prima pietra e alla fondazione della nostra città che vuole ispirarsi Alleanza per Latina, così come come quei valori e quegli ideali fanno parte della nostra storia personale e politica”.
Ma ieri il sindaco non ha celebrato l’evento storico, mentre oggi è a Roma “con la sinistra estrema di Pisapia”, stroppo per Alleanza per Latina, troppo per Stabile.
“Latina è la città che ho avuto il privilegio di rappresentare in consiglio comunale, negli anni 2002-2007, quando scalava le graduatorie nazionali – è l’amarcord di Stabile – per crescita del Pil, la qualità della vita, il decoro urbano, gli investimenti sul territorio e i progetti finanziati per la nostra comunità. Vogliamo tornare a quel modello di città: una città capace di coinvolgere le sue energie migliori in un progetto di futuro che dia una prospettiva ai nostri giovani e ai nostri figli troppo spesso costretti a cercare altrove le loro fortune. Latina mi ha dato molto in termini personali: sono stato primario dell’ospedale e consigliere comunale, oggi il mio impegno è quello di mettere al servizio della nostra città un’esperienza maturata e le mie capacità”.
“Il nostro orizzonte – prosegue l’ex consigliere comunale – è un movimento civico legato alla storia e ai valori della nostra comunità e dei nostri borghi. Un movimento che sia propositivo per un centrodestra rinnovato e aperto anche alle idee e alle proposte di chi ama questa città e vuole lavorare per la sua crescita, per il suo sviluppo e per il benessere dei suoi cittadini e dei loro figli. È questo il terreno sul quale intendiamo sfidare la sinistra estrema di Coletta, consapevoli che solo un disegno alto e ambizioso per la città può essere il collante per mettere insieme le sensibilità e l’impegno di chi vuole lavorare per il futuro di Latina. Ci rivolgiamo ai giovani che con la loro passione e la loro energia devono tornare ad essere protagonisti del nostro futuro, ma anche a quanti vogliono impegnarsi in prima persona, in maniera disinteressata, spinti unicamente dall’amore per Latina”.
“Noi abbiamo le idee, l’entusiasmo e le capacità – conclude – per riportare Latina a crescere e ad essere protagonista. Lbc invece ci sta proponendo uno scenario triste e grigio, così come triste e grigia si sta dimostrando la stagione del suo governo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti