Latina, il comitato Pro Ztl in Consiglio comunale: migliorare il centro con più bici, alberi e cultura

E ancora… “giù le mani dalla Ztl”. Oltre a Rinascita Civile e a Quartieri Connessi è sceso in campo il comitato interassociativo Pro Ztl composto dalle associazioni Latina In Bicicletta, Sempre Verde, Gigante Buono, Circolo Arcobaleno Pontino Legambiente, Villaggio Fogliano, BorghInBici, Amici dei Musei, che domani mattina assisterà al Consiglio comunale di Latina al cui ordine del giorno è prevista la proposta deliberativa presentata dalle opposizioni per limitare il traffico nel centro storico solo nei fine settimana, nei giorni festivi e in occasioni particolari e per progettare la programmazione di eventi culturali che possano incentivare la frequentazione del centro. Per l’interassociativo si tratta di smantellare la Ztl come vorrebbero i commercianti.

“Purtroppo in questi due anni – recita una nota stampa delle associazioni – la contrapposizione tra le parti non ha garantito la condivisione degli argomenti del comitato perché ha sempre prevalso un ‘no’ preconcetto vedendo la Ztl come un provvedimento penalizzante. In Consiglio comunale il comitato porta le argomentazioni a favore delle limitazioni al traffico e rilancia sulle caratteristiche necessarie a implementarne l’efficacia. Il centro della città avrà un raggio di circa 250 metri e all’interno dello stesso i posti auto per il parcheggio, esclusi quelli dei residenti si riducono a poche unità non sufficienti a garantire in ogni caso un parcheggio agli acquirenti. Quello che il nostro comitato vuole evitare è che gli acquirenti possano arrivare con la macchina davanti il negozio parcheggiando in divieto o in doppia fila”.

Il comitato delle associazioni propone di “prendere esempio dai paesi del Nord Italia e Nord Europa” in modo tale da favorire l’uso della bici e del trasporto pubblico puntando “al miglioramento della qualità della vita a vantaggio dell’ambiente e della mobilità sostenibile”.

“Il comitato – si legge nel comunicato stampa – guarda inoltre con favore alla recente istituzione da parte dell’Amministrazione comunale dell’Osservatorio sulla Ztl per quantificarne l’efficacia. Sarà questo il luogo dove potranno essere ascoltate le tante voci della città e nel quale contiamo di poter dare il nostro contributo. Di certo riteniamo che maggiori sforzi devono essere adoperati per favorire le iniziative a vantaggio della ricreatività aritistica e culturale del centro storico di Latina e per questo a nostro avviso la Ztl deve essere un elemento di vantaggio. Il centro storico deve vivere ed essere attraente. Molti alberi possono essere piantati nelle buche preposte ora spoglie. I commercianti stessi possono coalizzarsi in questo favore. Installare dei portabici in prossimità dei negozi potrebbe incentivare le persone agli acquisti in centro. La Ztl deve essere a nostro avviso un’area ristretta in grado di rappresentare tutta la città occasione di arricchimento, riappropriazione identitaria, socializzazione e di crescita”.

Domani dunque il comitato sarà presente in aula “per ascoltare l’evolversi dell’annosa questione auspicando un dialogo costruttivo tra le parti nell’interesse della maggior parte della collettività”.

In tutta questa storia non si capisce bene cosa ci sia da condividere, su cosa bisognerebbe convergere dal momento che le associazioni, il comitato Pro Ztl, come anche Rinascita Civile e Quartieri Connessi si sono già schierati dalla parte delle “biciclette” senza se e senza ma, così come si sono schierati sul fronte opposto i commercianti che da 3 ottobre 2016 aspettano una soluzione migliorativa dal cilindro dell’osservatorio della Ztl.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti