Latina, Comune sottorganico e vuoti “pilotati”. La denuncia di Zuliani

Nicoletta Zuliani

“Il Comune di Latina ha appena perso un finanziamento di 600 mila euro… per carenza d’organico. La macchina amministrativa rischia di implodere se non si corre subito ai ripari”. Così Nicoletta Zuliani, a margine della seduta odierna della commissione Trasparenza e Legalità da lei presieduta. All’ordine del giorno l’audizione dell’assessore all’Ambiente Roberto Lessio per “chiarire” come mai i soldi messi a disposizione dalla Provincia di Latina per il potenziamento della raccolta differenziata (600mila euro) sono tornati al mittente. L’assessore ha affermato che purtroppo il servizio Ambiente soffre della carenza di organico e che il finanziamento in questione è stato perso perché non è stato fatto il progetto entro il termine stabilito. “L’ufficio è indietro con il protocollo di 45 giorni”, ha detto Lessio, spiegando che le comunicazioni trasmesse tramite pec sarebbero in giacenza senza neanche essere lette. Una situazione paradossale se si pensa che il Comune sta per creare una propria costola, l’azienda speciale per i rifiuti ad esso strumentale, che prevede l’assunzione – non si sa come – di 203 dipendenti, mentre al suo interno non riesce a svolgere neanche quelle funzioni che gli consentirebbero di incassare risorse.

La “verità” di Lessio, confessata in commissione Trasparenza, fa il paio con le preoccupazioni dell’assessore all’urbanistica, lavori pubblici e trasporti, Gianfranco Buttarelli. “L’assessore con il quale ho parlato di questo argomento – ha detto Zuliani – ha riferito che le pratiche di condono subiranno quasi certamente un rallentamento, con conseguente mancato introito per il Comune, a seguito del ‘trasloco’ di un funzionario ad altro ufficio in quanto indagato nell’inchiesta Seranflex. Il funzionario era il responsabile unico del procedimento di diverse ‘pratiche’. Ora è tutto bloccato, ha lamentato Buttarelli. Mancano i Rup, mancano i funzionari e anche i dirigenti. E’ evidente che la gestione del personale messa in campo da questa amministrazione non sta sortendo i suoi frutti. Vero è che le circostanze, effettivamente, si sono aggravate rispetto al passato poiché i ‘vuoti’ sono aumentati anche nei livelli più alti della macchina amministrativa. Occorre stabilire che le carenze del personale, nelle attività che portano risorse finanziarie all’ente, siano considerate delle priorità e che quindi si adottino politiche che favoriscano una flessibilità orizzontale dei dipendenti comunali. Occorre stabilire, laddove sia possibile, che i vuoti siano colmati con le disponibilità senza invece attendere che si creino le condizioni per posizionare le proprie pedine”.

Il presidente della commissione Trasparenza, in questo ambito, si mostra senza peli sulla lingua. Parla di vuoti che potrebbero essere colmati e che invece gioverebbero ad una sorta di emergenza pilotata. “Negli spostamenti operati dall’assessore al personale Antonio Costanzo, ad esempio, non ho ancora capito – afferma la consigliera di opposizione – come mai un dirigente di alta fascia, parlo dell’architetto Giovanni Della Penna, sia stato traslocato dal servizio Gestione del territorio a un servizio che ancora in pratica deve essere istituito, mentre una serie di altri dirigenti sono costretti ai tripli salti mortali con incarichi ad interim che non riescono a coprire nella pienezza delle funzioni. E’ umano. Non si può pretendere l’impossibile. Ogni tanto penso al dirigente della Polizia Locale, Francesco Passaretti, che ad interim è anche il dirigente del servizio Ambiente (quello che si occupa del verde e dei rifiuti, per intenderci) e che un paio di settimane fa ha assunto ad interim anche la dirigenza del servizio Sviluppo economico… giusto il tempo per dover firmare la 13° proroga al gestore del servizio trasporti pubblici locali”.

“La dirigenza dello Sviluppo economico, affidata ad interim a Emanuela Pacifico, dopo la cacciata di Aldo Doria – continua Zuliani – , è un altro esempio di ‘stress’ che potrebbe essere evitato senza aspettare la soluzione esterna: Daniela Ventriglia, che ha già lavorato nel settore commercio con esperienza di segretaria comunale di Sermoneta, potrebbe benissimo ricoprire, secondo il mio modesto parere, la dirigenza del servizio Sviluppo economico… almeno in attesa del dottor ‘ics’ che si dice dovrebbe arrivare quanto prima. Per quanto alto possa essere il profilo di un professionista – conclude la consigliera -, l’Anticorruzione raccomanda di escludere professionisti e imprese che abbiano frequentazioni abituali con persone di riferimento dell’amministrazione comunale così da escludere qualsiasi sospetto che non favorisca la buona immagine dell’ente”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti