Sezze, “Canzoni e Utopie tour”: il concerto-spettacolo fa tappa al Centro Sociale Calabresi

Due ore di musica e di atmosfere intense in cui la canzone cantautoriale, le parole e le immagini diventeranno un tutt’uno. Partito da Bevagna, in provincia di Perugia, il concerto/spettacolo «Canzoni e Utopie tour» farà tappa, sabato 22 luglio alle 21, presso il Centro sociale «Ubaldo Calabresi» di Sezze. È un vero e proprio viaggio attraverso le canzoni d’autore il cui orizzonte è il concetto di utopia e le relative parole che titolano i mesi del calendario 2017 pubblicato dalla Cooperativa Utopia 2000 onlus e che hanno ispirato Antonio Veneziani nello scrivere altrettanti poesie.

Se a Bevagna anche la lettura di queste dodici poesie fu protagonista dello stesso spettacolo, ora tutte le canzoni saranno precedute dai dialoghi di Marina Eianti, Luigina Ricci e Emiliano Campoli della Compagnia teatrale «Le Colonne» di Sezze. Dialoghi che introduranno anche le immagini di alcuni film famosi che scorreranno sullo scherma che faràda sfondo alla scenografia. Questi i musicisti, tutti di Sezze, che compongono la band: Andrea Frainetti (batteria), Peppe De Angelis (basso), Mauro Di Capua (chitarra elettrica), Agostino Garofalo (tastiere). Massimiliano Porcelli (chitarra, armonica e voce).

Band che eseguirà canzoni di Fabrizio De Andrè, Edoardo Bennato. Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Pino Daniele, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Luca Carboni, Roberto Vecchioni, Claudio Baglioni, Eugenio Finardi, Jovanotti e gli Stadio. Da sottolineare che vocaboli evocativi del concetto di utopia tra i quali furono scelte le dodici parole intorno alle quali ruota tutto lo spettacolo per l’appunto, furono indicati dai ragazzi e dagli operatori delle strutture (Agriturismo etico «Le Grazie» di Bevagna, Gruppo appartamento per minori di Roccagorga, Comunità educativa di Spello e Gualdo Cattaneo, Polo per l’Infanzia di Cori e Comunità per bambini con genitori di Gualdo Cattaneo) che gestisce la Cooperativa Utopia 2000 onlus.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti